Napoli-Atalanta 1-1: Calvarese toppa ma voi quando vi svegliate?

Non basta scaricare responsabilità su altri per espiare le proprie colpe. Se l’evidente errore del direttore di gara ha dato un contributo al risultato finale, a compromettere l’esito dell’incontro tra Napoli-Atalanta, a regalarci quest’altro patetico 1 a 1, per giunta maturato al termine di una gara giocata al San Paolo contro una formazione ridotta in dieci giocatori per l’ultima mezz’ora di gioco e più, non è stato nessun altro che non la formazione azzurra. Arrivato il momento decisivo della stagione, quel momento dal quale dipendono le sorti future del Napoli (fuori o dentro la Champions), il Napoli ha deciso di piagnucolare e scaricare la colpa su altri.

La verità è che gli azzurri avrebbero dovuto asfaltare la formazione di Reja. Non solo perché è una formazione che dovrebbe avere un peso pari a quello di un moscerino al cospetto delle ambizioni tanto sbandierate a inizio stagione. Non solo perché ha giocato con un giocatore in meno per quasi tutto il secondo tempo (passando addirittura in vantaggio). Ma perché c’era necessità di dimostrare, in questo momento, che in campo scende una squadra che non ha altra volontà che quella di vincere e recuperare il terreno perduto nei confronti di una stima e di una fiducia ricevute da una città e una tifoseria che, anche se caratterizzata da eccessi (sia nell’affetto che nella disistima), non ha mai abbandonato una speranza che aveva riposto in ciò che credeva fossero uomini. La verità è che gli azzurri ieri sarebbero dovuti essere superiori a qualsiasi errore arbitrale e torto. Perché potevano. Perché il problema sembra essere solo di volontà e mentalità. Di sicuro nessuna inferiorità tecnica.

NAPOLI-ATALANTA 1-1: TUTTE LE NOTIZIE

Scritto da Enzo Ranaudo

Scrive e collabora ormai da anni con testate e siti internet campani e non solo, sportivi e non. Grande appassionato e sostenitore del calcio Napoli, in quanto prima forza calcistica campana, e di tutte le formazioni regionali.

Napoli-Atalanta 1-1, Paolo Cannavaro: “Episodi che accadono”

Polemiche Napoli-Atalanta 1-1, Tavecchio: “Campionato regolare”