Napoli, Antonio Corbo: “Benitez il principale colpevole della crisi del Napoli”

Antonio Corbo noto giornalista del quotidiano La Repubblica, direttamente dal suo blog fa un’attenta analisi a 360 gradi sul momento di crisi che sta attraversando il Napoli. Il giornalista non è affatto tenero nei confronti di Rafa Benitez e della società partenopea. Secondo Corbo, il tecnico spagnolo sarebbe l’indiziato numero uno del momento negativo che sta attraversando il Napoli, più del presidente De Laurentiis che non ha investito sul mercato: “Sono curioso di sapere se adesso Benitez pensi ancora che il Napoli sia più forte della passata stagione, e che non ha nulla da rimproverare al presidente per i mancati acquisti? La sua è stata eleganza che sconfina nell’ipocrisia.”

E’ un Antonio Corbo che ci va giù duro e ne ha per tutti, dai mancati acquisti della società azzurra, alla competenza e all’abilità di Marotta e Sabatini direttori sportivi di Juve e Roma, che con pochi e saggi ritocchi hanno migliorato l’organico già esistente. Il giornalista della Repubblica critica anche le cessioni di alcuni calciatori azzurri come Behrami, Dzemaili, e Fernandez, che a suo dire avrebbero fatto ancora comodo a questo Napoli. 

Poi ribadisce ancora frecciate al veleno per Rafa Benitez e sulle scelte incomprensibili di formazione che hanno portato alla debacle degli azzurri contro l’Udinese: Zuniga non può fare l’esterno alto perché ritarda le ripartenze. Michu ancora fuori forma al momento non può giocare da titolare. Britos ancora sull’out sinistro anche lui fuori ruolo, perchè non Zuniga? Cambi in grave ritardo. Vediamo se Benitez ha capito l’Italia e Napoli. Lo dimostri in pochi giorni. Affondi pure nella sua presunzione, ma non trascini giù il Napoli!

Leggi anche: