Moviola, Napoli-Chievo 0-1: buona la gara di Giacomelli

Tanta amarezza per la sconfitta contro il Chievo che arriva dopo una marea di tiri in porta, un rigore sbagliato e tante occasioni da gol create. Il Napoli però non può certo recriminare nulla: l’arbitro Giacomelli e i suoi assistenti sono stati assolutamente impeccabili. Forse, ma significa proprio andare a pescare il pelo nell’uovo, troppo lassismo sulle ripetute e continue perdite di tempo dei giocatori del Chievo dopo il gol di Maxi Lopez.

Il primo episodio da sottolineare, manco a dirlo, è quello del calcio di rigore concesso per fallo di Cesar su Higuain. Il fallo c’è, così come ammonizione e rigore (che poi Bardi parerà clamorosamente). Il secondo tempo inizia con un fallo di Insigne su Frey non fischiato. Qualche minuto dopo un’azione dubbia che Giacomelli legge alla perfezione. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo ci sarebbe un fallo da rigore su Koulibaly ma l’arbitro ravviso un fuorigioco, sacrosanto, di Albiol che precede il fallo.

Dubbi sul mancato cartellino giallo a Cesar per fallo di mano a centrocampo: sarebbe doppio giallo ma l’arbitro non se la sente: le scuse del difensore del Chievo sono sufficienti, nonostante le proteste di Gonzalo Higuain. Al 90-esimo fallo di Inler da ammonizione.

Leggi anche: