Morto Dino Celentano, Maradona al Napoli arrivò grazie a lui

E’ morto a 74 anni Dino Celentano indimenticabile dirigente del calcio Napoli che ha legato il suo nome agli azzurri e in particolare all’arrivo di Diego Armando Maradona al Napoli. A poca distanza dalla scomparsa di Pesaola un altro cuore azzurro saluta la vita terrena dopo che per più di un anno è stato costretto a combattere contro un male che non ha lasciato scampo. Ma del dirigente nessuno si dimenticherà mai che è voluto andare via all’età di 74 anni e in una domenica che solo chi ama il calcio, così come lo amava Dino Celentano, può capire cosa rappresenti come giorno della settimana.

Il ricordo indelebile è l’aver portato sotto il Vesuvio il più grande giocatore di tutti i tempi. Dopo che l’allora presidente Corrado Ferlaino non era riuscito a strappare El Pibe de Oro al numero uno del Barcellona Gaspart, Celentano decise di fare una sortita in Spagna per giocarsi le ultime carte e così accompagnato da Totonno Juliano sbattè forte i pugni sul tavolo della trattativa con la squadra spagnola e riaprì un affare che sembrava chiuso e che poi Ferlaino concretizzò a un’ora dalla chiusura del calciomercato depositando una busta vuota che conteneva solo apparentemente il contratto di Maradona. Busta che fu poi sostituita il giorno dopo con la firma autentica di El Pibe de Oro.

Leggi anche: