Milan-Napoli, Sarri: “Sarà un importante banco di prova”

Miaster Sarri in conferenza stampa: "Il Milan è cresciuto con Montella, sarà un importante banco di prova"

Si è appena conclusa la conferenza stampa di mister Sarri dedicata a Milan-Napoli, match che gli azzurri si troveranno a disputare domani in occasione della 21a giornata di Serie A. Una partita definita “un importante di prova” dal toscano, soprattutto vista l’emergenza in difesa che i partenopei stanno affrontando.

Gli azzurri si presenteranno a San Siro con una difesa ridisegnata per via di assenze dovute ad acciacchi fisici, una situazione che preoccupa il tecnico dei partenopei: “È stata una settimana di emergenza, abbiamo preparato la partita con i ragazzi della Primavera”. Sarri esamina quindi i casi specifici: “Albiol ha ancora un po’ di febbre, speriamo di poterlo recuperare. Tonelli si è allenato in gruppo, nonostante provi ancora un po’ di dolore; Maksimovic sta abbastanza bene da ieri, vedremo domani mattina“.

Qualora Albiol non dovesse recuperare, il Napoli potrebbe fare affidamento su qualche giovane: “Stiamo rinunciando a tre calciatori per via della Coppa d’Africa. Se avessimo avuto Koulibaly, avremmo gestito diversamente il problema. I giovani daranno il meglio tra qualche anno, ma se li inserisco 2-3 per volta non ci fanno mancare nulla”. Da valutare dunque la difesa da schierare, così come la condizione di Pavoletti: “Non è ancora allo stesso livello dei compagni, ma sta bene. Dopo la riabilitazione al ginocchio e gli allenamenti a parte, per ritrovare la propria condizione dovrebbe giocare. Sono cose un po’ in contrasto tra loro, – prosegue il tecnico – ma sta migliorando”.

Fatto il quadro della situazione, mister Sarri ha presentato la partita di domani, Milan-Napoli, descrivendola come un “importante banco di prova” per gli azzurri così come per i rossoneri: “Loro, grazie a Montella, hanno fatto grandi passi in avanti, hanno ricompattato l’ambiente e non era semplice riuscirci, tutte componenti positive. Per noi sarà difficile: per rimanere in altro non puoi sbagliare con le squadre medio-piccole; per raggiungere altri obiettivi invece devi vincere gli scontri diretti. È un campionato strano con 5-6 squadre che possiedono una media punti impressionate”.

sarri-napoli-gazzetta

Nel Milan, domani, non ci saranno Romagnoli e Locatelli perché squalificati, ma i rossoneri potranno contare su Bonaventura e Suso: “Sono entrambi giocatori forti, bravi tecnicamente e capaci si saltare l’avversario – sottolinea mister Sarri. Creano a tutti delle difficoltà e lo faranno anche con noi”. Il Milan non sarà dunque un avversario semplice: “Dovremo interpretare bene la partita. I rossoneri ci creeranno dei problemi, ma ci saranno anche altre occasioni”.

Non poteva mancare una domanda sull’incontro avuto in settimana con Diego Armando Maradona: “Io – commenta Sarri – non mi commuovo quasi mai, ma devo ammettere che mi sono quasi commosso. Spero sia una motivazione in più per i miei ragazzi”.