Migliori Calciatori in Serie B: i Giovani Talenti che Potrebbero Arrivare a Napoli

Negli ultimi anni, complice anche una politica al ribasso di molte squadre, la Serie B ha dato tanto spazio a tanti giovani che, faticando a trovare spazio in A o provenendo da categorie inferiori, trovano nella categoria cadetta la dimensione ideale per migliorarsi, affermarsi e spiccare il volo verso il grande palcoscenico del calcio italiano. Anche quest’anno la Serie B sta regalando tanti spunti ai direttori sportivi e agli osservatori delle 20 squadre di A: molti talenti hanno già un futuro scritto nella massima categoria, altri sperano di farsi notare sempre più e di entrare dalla porta principale nel mondo del pallone italiano. Qui proviamo a citarvi i migliori prospetti sin qui messisi in mostra che, perché no, potrebbero essere adocchiati anche dal Napoli e dal ds Bigon che potrebbero, con piccole somme, fare grandi investimenti per il futuro.

Il portiere che ha sin qui mostrato maggior talento è sicuramente Nicola Leali dello Spezia. Reduce da un anno non fortunatissimo a Lanciano, il portierino classe ’92 è stato già blindato dalla Juventus che, difficilmente, se lo farà sfuggire. Con Bardi  e Perin rappresenta il futuro del calcio italiano tra i pali. In una ideale difesa a tre, maglia da titolare per Armando Izzo dell’Avellino. Originario di Scampia, lo scugnizzo napoletano è divenuto un punto fermo dell’undici di Rastelli che ne fa a meno solo per cause di forza maggiore: il Napoli ne detiene ancora la metà e molti tifosi si augurano un veloce riscatto. Al centro, spazio per lo sloveno Luka Krajnc, classe 1994. Diciannove anni e personalità da vendere: Bisoli, a Cesena, gli ha affidato le chiavi del reparto arretrato e nonostante la giovane età il difensore balcanico non si è fatto trovare impreparato. Chiude il terzetto difensivo l’empolese Daniele Rugani: nato nel 1994, il difensore ha conquistato a suon di grandi prestazioni la fiducia del tecnico Sarri. Se l’Empoli è così in alto in classifica lo deve anche a lui.

Izzo Avellino

A centrocampo, sulla corsia destra impossibile non citare l’avellinese Davide Zappacosta. Il pendolino di Sora ha entusiasmato tutti gli addetti ai lavori guadagnandosi in men che non si dica la fiducia del ct Gigi Di Biagio per l’Under 21. Si dice che Udinese, Milan e Juventus siano sulle tracce: il Napoli potrebbe trovare in lui l’erede di Christian Maggio. Dall’altra parte spazio per lo svizzero Daprelà. Prelevato in estate dal Palermo dopo l’esperienza bresciana, i rosanero lo hanno subito blindato con un quinquennale. Il prezzo del suo cartellino è destinato a lievitare in breve tempo. Al centro, spazio alla qualità e ai piedi buoni. Il primo nome è quello di Danilo Cataldi del Crotone. Mister Drago gli ha dato fiducia e il centrocampista romano ha ben ripagato le scelte del suo tecnico: con 300 mila euro si porta subito a casa. Altro nome interessante è quello di Nadir Minotti, scuola Atalanta ma in prestito al Lanciano. Ha già esordito in Serie A ma è in Abruzzo che ha trovato la sua consacrazione, tanto che Baroni spesso gli affida la gestione del centrocampo. Valore di mercato poco inferiore al milione, ma tutti sono pronti a scommettere su questo talento.

zappacosta

Dietro le punte, spazio per Federico Bernardeschi. Cresciuto nel vivaio della Fiorentina, è arrivato a Crotone in estate. Già 4 gol per lui, due dei quali al Carpi di pregevole fattura: punizione mancina all’incrocio dei pali a girare e tiro dalla distanza, sempre di sinistro, che bacia il palo ed entra. Due meraviglie. La Fiorentina lo tiene d’occhio, ma il colpaccio è possibile e, soprattutto, suggerito, vista la duttilità tattica del ragazzo che può agire su tutto il fronte offensivo senza problemi. Le due punte, per distacco, sono Kouma Babacar e Andrea Belotti. Il primo è di proprietà della Fiorentina ma dopo la grigia parentesi di Padova si sta affermando a Modena: al momento è il capocannoniere del campionato e come vice-Higuain non sarebbe affatto male, in quanto capace di abbinare potenza e tecnica. Al suo fianco c’è Andrea Belotti, bergamasco di proprietà dell’Albinoleffe ma in prestito al Palermo. Già autore di tre gol (uno dei quali nel derby di sabato scorso contro il Trapani), l’attaccante lombardo è già titolare in Under 21 (si è sbloccato contro l’Irlanda del Nord) e pian piano si sta ritagliando ampi spazi nel reparto offensivo di Iachini che, ricordiamolo, annovera gente del calibro di Hernandez, Dybala e Lafferty. Niente male.

Il Napoli potrebbe pescare a piene mani da questa rosa ma i nomi sono tanti e domenica dopo domenica potrebbero venire alla luce nuovi calciatori che potrebbero fare, in futuro, le sorti della compagine partenopea o delle altre squadre di A.

Leggi anche–> Armando Izzo, lo scugnizzo che sogna il Napoli

Leggi anche–> E’ asta per Davide Zappacosta dell’Avellino