La Juventus ieri sera ha battuto di misura il Cagliari al Sant’Elia provocando una scia di polemiche estesesi rapidamente per tutta l’Italia. La mancata sanzione a Benatia dopo una gomitata a Pavoletti, il mancato calcio di rigore assegnato ai sardi per un fallo di mano commesso da Bernardeschi e i soli 6 minuti di recupero assegnati da Calvarese hanno causato un’ondata di indignazione diffusasi da nord a sud. Nonostante la presenza del VAR, il direttore di gara non ha fatto ricorso alla tecnologia, alimentando ancor più la rabbia dei tifosi italiani che speravano un una caduta della Juventus. L’ira dei tifosi, sopratutto del Cagliari, si è manifestata anche sui social network ed ecco cosa recita il messaggio-lettera dei tifosi sardi dedicata alla Juventus.

“Siete un Organismo Giuridicamente Modificato, al di sopra delle regole, impermeabili alle nuove tecnologie, immuni da qualunque istinto di lealtà sportiva.
Siete diseducativi per una intera generazione di bambini, fuorvianti per i giovani calciatori. Il vostro motto è sempre stato “Juventini non si nasce, si diventa”. Per far parte del vostro club occorre dimostrare di saper gioire di vittorie come queste, di considerare tutto ciò un normale dibattito acceso dalla comunità sportiva.
Noi non ne saremo capaci, apparteniamo a due comunità diverse, nella nostra si vince e si perde, nella nostra vince il migliore. In una serata come queste si chiede scusa, consapevoli di averla fatta grossa. Parlate di razzismo quando ne siete i fautori, tentando di nascondere i vostri misfatti e le porcate di ieri come se vorreste spazzare la polvere e nasconderla sotto un tappeto! L’euforia che esibite al termine di una partita (rubata) del genere é la cifra di quanto artificiale e sbrigativa sia la vostra educazione sportiva.
Ammainate le bandiere, tenete giù lo sguardo, state facendo danni, da ieri, da anni…anzi da sempre!!
Ci vediamo a maggio, noi con i nostri valori ci salveremo e andremo a testa alta, voi con le vostre regole e i vostri “furti” farete un nuovo record di cartone! Forza Cagliari”.

A scrivere quanto riportato sono i tifosi del Cagliari che, consapevoli e testimoni della buona prestazione messa in campo dalla loro squadra, trovano sfogo nelle decisioni dell’arbitro Calvarese. Nonostante la “vittoria rubata” i bianconeri hanno festeggiato il successo, innalzando ancor più l’ira e la frustrazione delle vittime cagliaritane.