Mertens, Cessione o Rinnovo? Il Napoli insidiato da Premier e Cina

Cessione o rinnovo? Napoli, Premier League o Cina? Spetterà a Mertens l'ultima parola

Dries Mertens. Un nome, una garanzia ormai per il Napoli. Il belga ha timbrato il cartellino anche contro il Crotone e proprio le sue prestazioni hanno affascinato diverse squadre tra Premier League e Cina. Cessione o rinnovo? Fino a qualche mese fa la risposta era ovvia e scontata, l’addio sembrava non sfiorare le fantasie di nessuna delle due parti, adesso però qualcosa è cambiato. Cosa?

Mertens da trascinatore del Napoli a uomo mercato

Ad essere cambiata è sicuramente la sua valutazione del giocatore: il Napoli possiede attualmente un solo punto in meno rispetto al campionato della scorsa stagione e gran parte del merito va a Dries Mertens. Mister Sarri ha saputo reinventarlo e il belga, con grande impegno e voglia di mettersi in gioco, ha saputo trasformarsi in falso nueve, sino a divenire il vero e proprio bomber azzurro. A risentirne è stata quindi la valutazione che in questo momento si aggira intorno al 15 milioni di euro, ma che con il trascorrere delle altre giornate di Serie A potrebbe ancora lievitare, sebbene non eccessivamente.

Se Mertens dovesse confermarsi punta di diamante del Napoli e se il suo rendimento non dovesse subire dei cali, si aprirebbero le contese di mercato: diverse sono le squadre ad aver puntato lo sguardo sul belga e se a gennaio a mostrare il proprio interesse era stato lo Zenit, in estate potrebbero aprirsi per Mertens le porte della Premier League e del campionato cinese. La cessione dell’attaccante classe 1987 potrebbe diventare il nuovo incubo dei tifosi che, dal canto loro, vorrebbero il rinnovo.

La cessione di Mertens e la fine della “banda Bassotti”

“La vittoria della banda Bassotti”, così La Gazzetta dello Sport ha definito il successo ottenuto agli azzurri in Napoli-Crotone in riferimento alla statura di Lorenzo Insigne e Dries Mertens, marcatori del match, è ancora una dimostrazione di come l’attuale stagione dei partenopei sia stata segnata dall’affiatamento dei suoi giocatori. Dopo il passaggio di Higuain alla Juventus e l’infortunio di Arek Milik, la squadra azzurra ha saputo trovare un giusto equilibrio grazie anche alla brillante sintonia del trio d’attacco composto dallo scugnizzo, dal folletto e da José Maria Callejon. Un equilibrio che la cessione di Mertens potrebbe nuovamente rompere, costringendo il Napoli a ripartire da zero.

Insigne-mertens-napoli

Il nodo relativo al futuro dell’attaccante classe ’87 si scioglie nel momento in cui il Napoli fissa l’obiettivo stagionale. Per essere protagonisti in Europa, in Champions League nello specifico, il club azzurro dovrebbe puntare al rinnovo di Dries Mertens. Ciò garantirebbe solidità e continuità alla squadra, la cessione consegnerebbe nelle mani dei partenopei un interessante gruzzoletto da reinvestire sul calciomercato, ma ciò potrebbe togliere alla squadra l’attuale brillantezza e risultare quindi controproducente.

Mertens, le offerte per la cessione e le cifre del rinnovo

Tutto ruota attorno alle cifre. Dries Mertens ha un contratto con il Napoli che scadrà nel giugno 2018, il rinnovo fino al 2021 dunque resta una priorità per i partenopei e sembrava essere la priorità anche per il giocatore. La trattativa dell’accordo, con clausola e aumento dell’ingaggio, che sembrava già conclusa, ha subito un rallentamento. Pare invece che tra le due parti vi sia una lieve distanza riguardo lo stipendio del belga: la richiesta di quest’ultimo è di 3 milioni, 2.5 è invece l’offerta della società alla quale potrebbero sommarsi i bonus per colmare il divario.

La mancata firma del rinnovo ha però spinto in avanti alcune squadre della Premier League e del campionato cinese. Le offerte che potrebbero arrivare al Napoli quindi potrebbero essere sostanziose, l’ultima parola spetta però a Dries Mertens: qual è la sua intenzione? Restare in azzurro o spingere per la cessione? Una scelta molto importante perché rinnovare fino al 2021 con il Napoli significherebbe vestire l’azzurro fino ai 34 anni, età avanzata per un giocatore.