Se da un lato il Milan è intenzionato a vendere gli scontenti (Cassano) e i deludenti (Mexes), dall’altro necessita di puntellare la rosa. Non è mistero che Andrea Dossena, esterno sinistro del Napoli, sia da tempo uno degli obiettivi dei rossoneri. Che finora non hanno avuto fretta, concentrandosi sulle operazioni maggiori, soprattutto in uscita. E dopo aver svincolato 10 senatori (Seedorf e Nesta in primis) piazzato i big (Thiago e Ibra) e praticamente chiuso lo scambio Cassano-Pazzini con i cugini dell’Inter, Galliani può sedersi a tavolino per le ultime operazioni. Sia in entrata che in uscita.

Berlusconi, in prima persona, ha chiesto la cessione di Mexes, che radiomercato nei giorni scorsi ha addirittura ipotizzato vicino al Napoli, anche se a dire il vero sembrano più voci da fantamercato. Molto più probabile che il centrale francese alla fine finisca all’estero (Inghilterra?), mentre il Milan cercherà (inutilmente) di (ri)proporlo alla Roma nelle prossime ore.

Ma a prescindere dal futuro del biondo francese, il Milan necessita di un rinforzo a sinistra, dove le partenza di Zambrotta e quella meno importante di Taiwo, hanno lasciato il solo Antonini (offerto nei primissimi giorni di mercato proprio al Napoli in cambio di Dossena) in quella zona del campo, in compagnia del giovane ex Primavera, De Sciglio. Ecco dunque la volontà da parte dei rossoneri di aggiungere un tassello sulla corsia mancina, anche perché Emanuelson è ormai utilizzato a tempo pieno come esterno d’attacco (se non addirittura punta esterna).

Dossena sarebbe la soluzione più fattibile per i rossoneri, anche da un punto di vista di budget. Il calciatore, per altro, è lombardo di Lodi e, malgrado le dichiarazioni di facciata, certamente  non rifiuterebbe il passaggio al Milan. A quel punto, però, sarebbe il Napoli ad avere una “falla” sull’out mancino. Anche perché gli azzurri erano alla ricerca di una pedina proprio in quel ruolo sin dagli inizi del mercato, ancor prima della ventilata partenza di Dossena.

 

 

In pratica, se l’ex Liverpool dovesse andar via, agli azzurri di laterali sinistri ne servirebbero paradossalmente due. In realtà ne arriverà uno, grazie alla duttilità di Zuniga, adatto a giocare anche sul versante mancino. E chi prenderà il posto di Dossena?

Alla fine del mercato mancano appena dieci giorni ed il Napoli, nelle ultime settimane, ha perso uno dopo l’altro i vari obiettivi aveva individuato per rafforzarsi a sinistra. Prima Balzaretti, che ha preferito la Roma di Zeman agli azzurri di Mazzarri, poi Cissokho, che costava troppo ed infine Armero, sono sfumati in questa calda estate di calciomercato.

Da registrare, però, un nuovo interessamento degli azzurri proprio nei confronti del colombiano dell’Udinese, una delle rivelazioni dello scorso anno. Che Pozzo terrebbe volentieri un altro anno in bianconero, viste le già numerose partenze illustri di quest’estate (dal portiere Handanovic al centrocampista Isla, passando per l’esterno Asamoah). E’ un’operazione molto costosa ed il Napoli non sembra esserne molto convinto. Anche per questo continua a tentennare…