Scatta l’ora di Jonathan. I rapporti tra Napoli ed Inter sono eccellenti e dopo le operazioni per Pandev e Gargano, Branca e Bigon potrebbero perfezionare un’altra trattativa.

Si tratta per il prestito del laterale brasiliano Jonathan, rientrato in nerazzurro dopo il prestito al Parma, nella seconda parte dello scorso campionato.

Il Napoli lo segue con interesse da qualche settimana: è alla ricerca del vice-Maggio, in modo da spostare stabilmente Zuniga a sinistra, garantendo così un’alternativa a Dossena (che ora non c’è).

Ingaggiato da Branca lo scorso anno, Jonathan sarebbe dovuto essere il nuovo Maicon, nelle intenzioni della dirigenza nerazzurra. Invece ha deluso nel girone d’andata, tanto da spingere Moratti a cederlo in prestito al Parma di Donadoni. Dove ha trovato spazio, ha giocato stabilmente da titolare e mostrato interessanti qualità.

Rientrato alla base, sembra non trovare spazio neanche nell’Inter di Stramaccioni, malgrado la partenza dello stesso Maicon. Ecco dunque l’idea del Napoli, che in questo modo risolverebbe un problema che si trascina da tempo: l’esterno.

jonathan inter

In origine si cercava con insistenza un laterale mancino, ma com’è noto le trattative per i vari Balzaretti, Armero e Cissokho sono via via tramontate.

Si è pensato quindi di puntellare la fascia destra, con il genoano Giandomenico Mesto che sembrava il favorito. Da inserire in un ipotetico scambio con Eduardo Vargas. Ma questa trattativa ha subito incontrato delle difficoltà, anche per i dubbi del Napoli (sempre maggiori) per la cessione dell’attaccante cileno.

L’arrivo di Jonathan – con la formula del prestito annuale – eviterebbe anche al Napoli di effettuare investimenti economici importanti in quella zona del campo. Gli azzurri accetterebbero di buon grado anche l’opzione comproprietà.