Mentana contro Alfano: “Speziale Libero non è reato” (Video)

E’ Enrico Mentana una delle prime voci ad uscire dal coro che non perde, sistematicamente, occasione per attaccare Napoli e i napoletani. E’ il direttore del Tg La 7 a sferrare l’affondo contro le istituzioni, contro il Ministro dell’Interno Angelino Alfano e contro tutti coloro che continuano a sostenere che una maglietta con la scritta “Speziale libero” costituisca reato.

Per quanto a molti, infatti, quella maglietta possa recare profondo fastidio, in sé non costituisce reato punibile. Si tratta, infatti, soltanto della manifestazione di un’idea: la convinzione che, nella fattispecie, Speziale sia innocente e non sia l’autore dell’omicidio Raciti. Per Mentana, inoltre, un Daspo di 5 anni pare davvero eccessivo solo per aver scavalcato la rete e per essere entrato in campo. Se così fosse, infatti, per ogni giornata di campionato, i Daspo sarebbero molti, ma molti di più.

Poi l’affondo nei confronti del Ministro Alfano che, all’epoca del Pdl manifestò davanti al Tribunale di Milano, con quelli che allora erano suoi colleghi, in difesa di un uomo che tutti credevano innocente e che invece la giustizia italiana ha ritenuto colpevole: “A volte si può anche manifestare per avere libera una persona di cui si crede o si denuncia l’innocenza”.

[videojs youtube=”https://www.youtube.com/watch?v=YfJaOis5Cdk&feature=youtu.be” width=”640″ height=”420″]

Leggi anche –> Daspo a vita per gli ultras violenti: la proposta di Alfano

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Squalifica San Paolo, il Napoli due turni a porte chiuse

SSC Napoli, il Comunicato sul Ricorso contro la Squalifica