Lunedì Avellino-Nocerina, Atalanta e Napoli inviano gli osservatori

La diretta televisiva non è sufficiente. Atalanta e Napoli non si accontentano di seguire in tv il derby Avellino-Nocerina, big match del girone B di Prima Divisione (Lega Pro), in programma lunedì sera nel capoluogo irpino.

Il club bergamasco, così come quello partenopeo, hanno deciso di inviare al “Partenio Lombardi” di Avellino dei rispettivi osservatori per vedere più da vicino la partita. Ed in particolare per adocchiare altrettanti talenti che giocano in biancoverde.

In casa Atalanta è stato il direttore generale Pierpaolo Marino, avellinese purosangue ed ex dirigente del club irpino, a prendere questa decisione. I bergamaschi hanno l’esterno Zappacosta (nella foto in alto) in comproprietà con gli irpini. Già in prestito lo scorso anno ad Avellino, dopo essere stato parcheggiato un anno all’Isola Liri, il laterale ciociaro è cresciuto notevolmente di settimana in settimana. Tanto da conquistare stabilmente una maglia da titolare nello scacchiere del tecnico Rastelli.

Armando Izzo

 

Stessa crescita che ha visto protagonista Armando Izzo (nella foto in basso), altro tassello della retroguardia biancoverde, che invece è in comproprietà con i cugini del Napoli. Ecco perché il dirigente Santoro, un altro che è passato per Avellino prima di approdare in serie A, ha pensato bene di tenerlo sotto osservazione. Negli ultimi due-tre mesi è stato costantemente tra i migliori, riuscendo addirittura a soffiare una maglia da titolare ad un certo Giosa, tra i centrali più esperti della categoria.

Dopo un avvio di stagione quasi drammatico, il giovane Izzo è una delle piacevoli (e forse inattese) sorprese di quest’Avellino. Chissà che tra un paio di anni, magari dopo qualche stagione in serie B, il centrale di Secondigliano non sia pronto per la maglia azzurra

Leggi anche -> Avellino, le magie del difensore palleggiatore Armando Izzo

Scritto da Gianluca Capiraso

Nato ad Avellino nel 1982, iscritto all'Albo Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti nel 2000 (a soli 18 anni), da 5 anni vive a Milano dopo aver "girovagato" tra Roma e Firenze. Il suo primo articolo, pubblicato su un quotidiano locale, risale a inizio 1998, neanche 16enne. Segue da vicino le vicende sportive di diversi club italiani, dalla serie A alla Lega Pro. Segui @Capiraso

Pandev e quelle Dichiarazioni che Fanno Tremare la FIFA

Juventus: Ecco chi Sarà il Nuovo Attaccante Bianconero, Pronta un’Offerta da 14 Milioni