Livorno-Verona: Cacia e Quella Maglia Regalata All’Arbitro Nasca

tifosi veronesi

Livorno-Verona non finisce mai. A due giorni dalla partita arriva la notizia che il bomber gialloblu Cacia ha regalato la sua maglia all’arbitro del big match, il signor Nasca di Bari.

L’episodio si è verificato pochi minuti dopo la fine della gara quando le due squadre stavano tornando nei rispettivi spogliatoi e viene riferito da alcuni testimoni oculari.

cacia attaccante veronaIn quei momenti concitati  tutti i giocatori dell’Hellas hanno imboccato il corridoio che conduceva al loro stanzone. Tutti tranne, appunto, Daniele Cacia che invece si è diretto verso lo spogliatoio dell’arbitro.

L’attaccante gialloblù era a torso nudo e teneva tra le mani la sua maglietta. Ha bussato alla porta di Nasca e ha riferito che doveva consegnarla al direttore di gara. L’episodio è curioso e non passa inosservato viste  le polemiche divampate anche a seguito dell’arbitraggio.

Il Livorno infatti si lamenta per un gol regolare annullato a Paulinho sul risultato di 0-1, un rigore reclamato  per atterramento dello stesso brasiliano e un’infrazione del portiere Rafael in area che doveva essere sanzionata con il calcio a due.

Il gesto di Cacia, alla luce dei fatti, è quanto meno inopportuno.

Scritto da Fabrizio Pucci

Sono nato a Livorno nel lontano 1970. Ho iniziato a scrivere 14 anni dopo. Poi, dal 1989 anni di radio nella mia città e, dal '92, 20 di tv con collaborazioni con Tele+ e SportMediaset. Adesso a 'Il Tirreno' e qui on line per questa nuova avventura!

Allegri allenatore milan

Milan: Alla Scoperta Del Malaga, Prossimo Avversario In Champions

Casertana Squadra Anti Camorra, In Campo Con Il Logo “A Voce D’E Creature”