Una domenica particolare. Prima della partita Brescia-Livorno, una delegazione di tifosi amaranto si è recata al cimitero di Bergamo per deporre fiori e sciarpe sulla tomba di Piermario Morosini, lo sfortunato centrocampista dei toscani deceduto sul campo di Pescara il 14 aprile scorso. Gli sportivi dei club ‘Milano Amaranto’, ‘Luca Rondina’ e ‘Il Porto’ hanno reso omaggio al giocatore il cui ricordo è indelebile per la città di Livorno.

Raggiunti telefonicamente a fine partita, i tifosi amaranto hanno parlato di ‘esperienza toccante e che ha lasciato un forte turbamento nel cuore e nella mente di tutti’. Sul campo di Brescia la squadra di Davide Nicola ha pareggiato una partita molto combattuta.

Dopo il primo tempo di chiara matrice bresciana (un rigore fallito da Caracciolo e un gol letteralmente divorato dallo stesso airone, una traversa colpita da Budel) gli ospiti hanno comandato le operazioni nella ripresa, ma Dionisi al 16′ ha calciato il rigore e la successiva ribattuta addosso ad Arcari. Nel finale tre occasioni per il Livorno e due per le Rondinelle. Ma per i tifosi ‘dopo l’omaggio a Piermario la partita ha assunto un significato del tutto trascurabile a fronte di un dolore che si è rinnovato’. Come dargli torto?