93′ – È FINITA! Napoli-Genoa: 1-0, decide il gol di Raul Albiol. Il Napoli riapre la sfida Scudetto con la Juventus che ora è lì, solo a 2 punti.

90′ – Tre i minuti di recupero concessi dall’arbitro;

89′ – Fallo su Milik ma l’arbitro dice che si può proseguire;

87′ – Ancora un’occasione per Lorenzo Insigne: è Milik a lanciarlo verso la porta avversaria. L’attaccante napoletano, dopo aver fatto tutto da solo, con enorme generosità serve Insigne che però spreca malamente;

72′ – GOOOOOL: è Raul Albiol che sblocca il match nel giorno della sua duecentesima partita con la maglia del Napoli!

68′ – Calcio d’angolo per il Napoli: dalla bandierina va Callejòn. Cross al centro con il destro ma Galabinov rinvia;

64′ – Ancora un errore del Napoli che, con Zilienski, spreca un’azione d’attacco. Risponde il Genoa che impensierisce la retroguardia azzurra anche se senza trovare la porta;

63′ – Ci prova Zielinski dalla distanza che, però, spara a distanza siderale;

58′- Il Napoli continua il pressing ma il Genoa prova a reagire: ci pensa Pandev ma il suo tiro è sbilenco e non impensierisce Reina;

52′ – Ancora un palo: a colpirlo stavolta è Mertens che, nonostante il colpo da bilardo, colpisce il palo alla sinistra di Perin;

45′ – Finisce il primo tempo: Napoli-Genoa 0-0

44′ – Ancora un’occasione clamorosa: sugli sviluppo di un calcio d’angolo, la testa ce la mette Lorenzo Insigne. Il palo gli nega però la gioia del gol dell’1-0;

40′ – Il Napoli spinge e merita gli applausi dello Stadio San Paolo: gli azzurri, senza sosta, sostengono Insigne&Company. Il momento è determinante e i tifosi lo sanno;

39′ – Magia di Dries Mertens che Allan spreca malamente. Siamo all’altezza de dischetto del calcio di rigore ma Allan rende tutto più complicato di quello che è. Era nella posizione giusta per concludere a rete, senza grossi problemi ma la spara alta;

33′ – Occasione Gaabinov: il Genoa reagisce e lancia Galabinov al tiro. Solo una deviazione evita il peggio. Sugli sviluppi del calcio d’angolo è un colpo di testa di Spolli a togliere il fiato ai tifosi del Napoli: il difensore rossoblù va vicinissimo al gol;

32′ – Azione del Napoli che lancia Lorenzo Insigne sulla sinistra: al centro libero Mertens ma l’attaccante del Napoli è in fuorigioco;

26′ – Gran tiro di Lorenzo Insigne ma Perin è attento. Risultato stabilmente inchiodato sullo 0-0. Il Napoli però c’è: nonostante qualche indecisione di troppo, soprattutto in avanti;

19′ – Marek Hamsik infortunato, dentro Zielinski;

18′ – Punizione Napoli, sulla palla va Jorginho: destro a giro ma devia Perin;

16′ – Ancora Mertens sulla sinistra, tiro verso la porta di Perin che si stampa sui tabelloni.

15′ – Risponde Bertolacci: tiro da fuori che non impensierisce Reina;

13′ – Reazione Napoli: Mertens si gira e tira dal limite dell’area. Palla fuori;

10′ – Occasione per il Genoa: Lazovic spinge sulla destra, Koulibaly prova a chiudere ma senza esito. Il tiro non è preciso e il Napoli si salva;

ore 20:45 – Fischio d’inizio!

ore 20:10 – applausi per Pepe Reina all’ingresso in campo. Nonostante i rumors di mercato che lo vorrebbero ormai in maglia rossonera, il numero uno azzurro è stato “premiato” dal San Paolo;

ore 20:00 – come seguire Napoli-Genoa? Ben tre alternative per restare sintonizzati con la sfida tra partenopei e rossoblù. La partita potrà essere infatti seguita sia in diretta tv, sia in diretta streaming, sia in diretta radio;

ore 19:50 – resa nota anche la formazione ufficiale del Genoa;

ore 19:45 – ecco la formazione ufficiale del Napoli. Nessuna sorpresa: solo conferme;

ore 19.30 – attesa per le formazioni ufficiali di Napoli-Genoa. Intanto il San Paolo inizia a riempirsi. Non si attende il pubblico delle grandi occasioni e quindi men che meno il tutto esaurito. Al San Paolo dovrebbero esserci circa 30mila spettatori.

Napoli-Genoa, da sempre una partita nella partita. Per gli azzurri però la sfida del San Paolo assume un contorno ancora diverso grazie al pareggio della Juventus contro la Spal. L’occasione perché la corsa scudetto possa riaprirsi c’è e i tifosi del Napoli ci credono. L’importanza della sfida è dunque evidente a tutti e, per questo, Maurizio Sarri schiera la formazione migliore.