In principio era l’esterno, possibilmente sinistro. Ora l’obiettivo del Napoli è il centrale. Magari facendo shopping a Cagliari per prendere uno tra Ariaudo ed Astori.

L’infuriato presidente De Laurentiis, arrabbiato con l’arbitro ma non tenero anche con i suoi difensori, l’ha fatto capire senza mezzi termini. Il problema non è l’attacco, dove Cavani e Pandev garantiscono gol e continuità, il tallone d’Achille sembra essere ancora una volta la difesa.

E De Laurentiis non è certamente intenzionato a rovinare il progetto del nuovo Napoli per le solite, puntuali, amnesie difensive. Che contro la Juventus, arbitraggio a parte, sono apparse chiare ed evidenti.

Il portiere De Sanctis, almeno per ora, è scampato alle polemiche, pur non essendo affatto immune da responsabilità in almeno 2 dei 4 gol della Juventus. Il patron vuole un centrale difensivo, meglio se i rinforzi sono addirittura due.

Presidente Napoli Aurelio De LaurentiisFernandez non ha convinto, Aronica non può certamente essere la garanzia di cui hanno bisogno gli azzurri nel pacchetto arretrato. Ed ecco quindi che Bigon potrebbe avanzare un’offerta per uno dei due centrali del Cagliari: Ariaudo o Astori.

Il primo è scuola Juve, il secondo scuola Milan. Insieme ad Acerbi, passato dal Chievo proprio ai rossoneri, sono considerati tra i migliori centrali difensivi italiani attualmente in circolazione. Subito dopo i vari Chiellini e Barzagli per intenderci.

Costano ed anche parecchio. I rapporti con il Cagliari, tra l’altro, sono tutt’altro che buoni. Ma per il Napoli è arrivato il momento di spendere: i soli Behrami e Gamberini non possono bastare per una squadra ed una società che hanno fame di vittorie.