Lettera di De Laurentiis a Cavani: “Ci ritroveremo da Avversari”

Mentre Cavani sfoggiava raggiante la sua maglia numero 9 del Paris Saint Germain, il suo ex presidente De Laurentiis si dava da fare con carta e penna per un ultimo saluto al suo campione. Parole a tratti toccanti, molto sentite ma con un pizzico di rammarico quelle del patron napoletano che in poche righe ha riassunto un rapporto che fino a pochi giorni fa sembrava indissolubile, con Napoli e il Napoli ancora pronti a fare del Matador il nuovo Maradona. Il popolo napoletano si sente tradito, i messaggi su Facebook e su Twitter sono uguali a quelli di persone che si vedono abbandonate sul più bello di una storia d’amore indescrivibile e forse irripetibile. Fino a ieri Cavani era il re di Napoli, da oggi è già passato nel dimenticatoio.

Maglietta contro Cavani

Queste le parole con le quali il presidente ha voluto salutare il suo attaccante:

Caro Edy, il giorno che non avrei voluto che arrivasse e’ arrivato. Da oggi non sei piu’ il nostro Matador ma diventi uno dei giocatori del Paris Saint Germain. Ho sperato fino all’ultimo che tu ci ripensassi, ma in cuor mio avevo capito che non lo avresti fatto. Lo sai, lo sappiamo, abbiamo dato un grande dispiacere ai tifosi del Napoli, che avevano visto in te qualcosa che li inorgoglisse. Averti assecondato ogni anno per darti il giusto premio per il tuo formidabile impegno non e’ stato sufficiente. Nemmeno un contratto fino al 2017 alle tue condizioni. Ognuno fa le sue scelte, e non te ne voglio. E spero che anche i tifosi del Napoli non te ne vogliano perché ci hai regalato 104 meravigliosi gol e tante giornate di passione. Lasci una maglia e un popolo che ti ha amato sin dal primo giorno del tuo arrivo, da quella sera in cui ti presentasti in Svezia con una doppietta che ci fece subito entusiasmare. Era come se ci volessi dire: fidatevi di me, ci penso io. Oggi hai scelto una grande città e una società emergente. Ma, ripeto, non te ne voglio. Hai fatto la tua scelta. Noi ti saremo sempre riconoscenti e chissà, magari presto ci troveremo di fronte da avversari, amici, ma comunque avversari. Sara’ una grande festa e sara’ fantastico provare a batterti. Ciao amico mio. Spero per te che tu abbia fatto la scelta giusta.

Aurelio De Laurentiis

Napoli sa amare i suoi campioni ma in cambio chiede lo stesso affetto: molti sognavano che Cavani potesse permettere ai napoletani di ribaltare lo strapotere del Nord e degli juventini delle ultime stagioni. Su di lui c’erano le speranze, ora disilluse, di un intero popolo. Da oggi Cavani segnerà e gioirà insieme ad altri tifosi, Napoli è già pronta ad accogliere un nuovo re.

Leggi anche–> De Laurentiis: “Non volevo vendere Cavani”

Leggi anche–> Cancellata la rotonda dedicata a Cavani

Leggi anche–> De Laurentiis: “Il nuovo stadio a Caserta”