Real Madrid-Napoli, 10 mila tifosi in partenza per la Spagna

Sono pronti a invadere la capitale spagnola i tifosi del Napoli. Saranno circa in 10 mila i partenopei che assisteranno a Real-Napoli dalla città iberica

La marcia su Madrid è già iniziata e il popolo napoletano ha avviato l’esodo verso la città iberica in vista di Real Madrid-Napoli. Migliaia di tifosi azzurri, circa 10 mila, raggiungeranno il luogo dove si svolgerà l’evento più atteso dell’ultimo ventennio con una frequenza amplificata fino a mercoledì, quando ci sarà l’ora cruciale e un’intera città si fermerà per vivere il suo sogno. I sostenitori partenopei sono composti non soltanto dagli irriducibili, ma anche da gruppi familiari che hanno conciliato la passione per la squadra del cuore con il desiderio di visitare e conoscere una delle più belle capitali d’Europa.

La squadra allenata da Sarri alloggerà nell’Hotel Mirasierra dove vi saranno anche i numerosi ospiti di Aurelio De Laurentiis quali Walter Veltroni, il regista Paolo Sorrentino, l’attore Silvio Orlando e i campioni della pallanuoto Franco e Pino Porzio. Raggiungeranno la Spagna anche El Pibe de Oro, Diego Armando Maradona, con i figli Diego junior e Dalma e con la compagna Rocio, e il suo vecchio compagno di reparto Antonio Careca, direttamente dal Brasile per rivivere le emozioni di quel 30 settembre di trenta anni fa.

napoli-real-madrid-87

I tifosi azzurri partiranno da Napoli e da tutti i principali scali italiani, Roma, Bologna, Milano, e in molti faranno sosta in altre città europee come Istanbul, Amsterdam, Bruxelles, Lisbona e Barcellona. Addirittura qualcuno culminerà il volo in altre città spagnole, Siviglia su tutte, per raggiungere la capitale in treno. Nella giornata di domani partirà alla volta di Madrid anche una tifosa speciale del Napoli, la signora Maria che all’età di 83 anni non vuole rinunciare a un momento così speciale e insieme ai suoi familiari partirà in nave da Civitavecchia per raggiungere Barcellona, da dove proseguirà in treno alla volta della capitale spagnola.

Un’intera città, anzi un intero popolo visti i numerosi napoletani sparsi nel mondo, sta iniziando l’esodo verso il Santiago Bernabeu per occupare il suo posto su quel carro chiamato speranza e, indipendentemente dall’esito di Real Madrid-Napoli, sta per conquistarsi la sua poltroncina per vivere la storia.