Lazio-Napoli 2015, l’analisi tattica della partita

dries mertes napoli

Calciomercato.Napoli.it vi propone il consueto appuntamento settimanale dedicato all’analisi tattica della partita degli azzurri. Dopo la sconfitta casalinga subita contro la Juventus, il Napoli domani sarà di scena allo stadio Olimpico contro la Lazio. Uno scontro diretto che promette scintille, si perchè attualmente Lazio e Napoli sono le due squadre che stanno esprimendo il miglior calcio della Serie A. 

Dal punto dio vista psicologico l’undici di Pioli arriva a questa gara con il vento in poppa, tre vittorie ed un pareggio ottenuto nel derby contro la Roma nelle ultime quattro gare. Il tecnico dei laziali però per questa sfida dovrà fare a meno di molti titolarissimi, tra cui il calciatore più in forma, l’attaccante Felipe Anderson fermo per infortunio. Anche la presenza del difensore centrale De Vrij è in forte dubbio, mentre il portiere Marchetti è assente per squalifica. Dunque Pioli dovrebbe schierarsi con il 4-3-3 con il trio d’attacco composto da Mauri, Candreva e Djordjevic. 

Il Napoli dovrà fare attenzione agli inserimenti di capitan Mauri e del centrocampista Parolo, molto abili in questo tipo di situazioni, ed alla fantasia di Candreva che sulla destra potrebbe creare non pochi problemi alla difesa azzurra. Esordio di fuoco per il croato Strinic, toccherà a lui l’arduo compito di limitare le folate dell’attaccante romano. Anche dalla distanza la Lazio può rendersi pericolosa avendo a disposizione ottimi tiratori. Il punto debole dei laziali però è la retroguardia, gli azzurri devono capitalizzare al massimo le occasioni che la difesa biancoceleste inevitabilmente potrebbe concedere durante la gara.

Dunque sarà questa la chiave tattica della partita: L’attacco azzurro può seriamente mettere in difficoltà la Lazio soprattutto se Benitez si affiderà sull’out sinistro all’imprevidibilità del talento belga Dries Mertens.

Leggi anche: