Lazio Diretta Avversaria Napoli? Lotito Frena Entusiasmi

Lazio - Napoli

Sul campo il Napoli, almeno nella gara di andata, ha dominato la Lazio. Ma i numeri della formazione del presidente Lotito parlano chiaro: probabile diretta avversaria, se non per lo scudetto, di sicuro per il posizionamento in Champion’s League.

Anche se lo stesso presidente frena gli entusiasmi, infatti, tre vittorie negli ultimi sette giorni – l’ultima a Pescara -, il terzo posto in campionato e il primato nel girone J di Europa League sono risultati impressionanti per l’avvio di stagione della Lazio di Vladimir Petkovic, trascinata dai gol di Hernanes e Klose. “Siete la terza forza del campionato?”, un giornalista a Lotito a margine dell’Assemblea di Lega. “Dobbiamo camminare con i piedi per terra”, la risposta.

Per poi ritornare sull’argomento ai microfoni di ‘Radio Anch’io sport’ e a quelli di ‘La politica nel pallone’ su Gr Parlamento. Tesse le lodi del tecnico di Sarajevo, affermando che la sua Lazio oggi “è una squadra più compatta, dove tutti giocano a memoria. La capacità di Petkovic è stata quella di mettere i giocatori nelle zone di campo dove rendono di più. La squadra ha dimostrato maturità e consapevolezza nei propri mezzi. Tutti sono importanti per questa Lazio dove c’è uno spartito unico e un direttore d’orchestra come Petkovic”.

Ma si può fare, e si deve fare, secondo il patron, ancora di più. E la memoria va alla ferita fresca apertasi durante la partita dominata e persa con il Genoa: “Dovevamo vincere 4 a 0. In alcuni frangenti la squadra ha mancato di cinismo, ma l’allenatore sta lavorando anche su questo aspetto per correggerlo, assicura”.

Appena terminata la pausa Nazionale la Lazio dovrà scontrarsi con un altro leone ferito, il Milan, reduce dalla sconfitta nel derby con L’inter. “E’ una prova difficile – spiega Lotito – perché il Milan assumerà un atteggiamento coriaceo e determinato. Per noi sarà uno spartiacque tra l’essere e l’aspirare. Speriamo che la sosta non incida sul nostro buon momento”.

Ma in ogni orchestra, per quanto si può essere in armonia, una nota stonate c’è sempre. In questo caso sembrano essere i casi Zarate (non convocato per Pescara) e Diakitè. “Zarate  – conclude il numero uno della Lazio -, è un componente della rosa e il tecnico fa le sue scelte in piena autonomia, valutando quello che il giocatore fa in settimana, alla sua condizione fisica e psicologica”.

E sul difensore francese, pronto a liberarsi nel 2013: “Ha rifiutato il rinnovo. Io mi auguro che non abbia firmato con una squadra del Nord, una squadra di Milano che non è il Milan. La Lazio non permetterà a nessuno di violare le norme”.

Ultima parentesi sulla bomba calcioscommesse, che vede coinvolto il vicecapitano Stefano Mauri: “La Lazio non sa nulla perché non ha fatto nulla. Per quanto riguarda Mauri, i legali della società che si occupano di queste cose, mi sembrano molto sereni. Sta pagando mediaticamente per sue amicizie ed è qualcosa che in un paese democratico non può accadere”.

Scritto da Enzo Ranaudo

Scrive e collabora ormai da anni con testate e siti internet campani e non solo, sportivi e non. Grande appassionato e sostenitore del calcio Napoli, in quanto prima forza calcistica campana, e di tutte le formazioni regionali.

Giovanissimi Napoli 2012-2013

Nuovo Stadio Lazio, Lotito: “Avrà 55mila Posti”

Un Nuovo Stadio per Salerno e la Salernitana, Parola di Lotito