Latina-Avellino, la trasferta: bus con tifosi anche da Modena e Milano

Se domenica prossima, 14 aprile, in serie A l’attenzione si concentrerà su Milan-Napoli, in Lega Pro i riflettori saranno tutti puntati su Latina-Avellino. Un match non decisivo, ma sicuramente cruciale nella corsa verso la serie B e nella composizione dei futuri play off promozione.

Da un lato la voglia matta dell’Avellino di chiudere subito i giochi, senza dover ingaggiare un testa a testa con il Perugia fino all’ultima giornata. Dall’altro la rabbia del Latina che dopo una stagione da protagonista sta mandando tutto (o quasi) all’aria.

 irpini del nord

C’è mobilitazione tra i tifosi dell’Avellino per conoscere il numero di biglietti che gli sarà assegnato dai padroni di casa. Dovrebbero essere circa 800 (tutti necessariamente tesserati per poter accedere al settore ospiti). Un altro paio di centinaia, come sempre, saranno poi sparsi negli altri settori, ed in particolare in Tribuna Centrale, poiché i non residenti in Campania potranno acquistare regolarmente il tagliando (che non sia del settore ospiti).

totò fresta avellino

Si muoveranno verso Latina anche numerosi tifosi biancoverdi che risiedono al Nord: prevista la partenza di un minibus da Modena che condurrà in terra pontina gli irpini che vivono a Milano e in Emilia Romagna.

A tal proposito, gli organizzatori fanno sapere che chiunque fosse interessato può contattare via Facebook le l’Avellino Club Milano o gli Irpini del Nord attraverso le loro fanpage, prima che si esauriscano i posti ancora a disposizione.

Scritto da Gianluca Capiraso

Nato ad Avellino nel 1982, iscritto all'Albo Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti nel 2000 (a soli 18 anni), da 5 anni vive a Milano dopo aver "girovagato" tra Roma e Firenze. Il suo primo articolo, pubblicato su un quotidiano locale, risale a inizio 1998, neanche 16enne. Segue da vicino le vicende sportive di diversi club italiani, dalla serie A alla Lega Pro. Segui @Capiraso

Napoli-Genoa 2-0: Pandev e Dzemaili (Video Gol)

Notizie da Napoli, Mazzarri e la Difesa: “Abbiamo Rischiato”