Ma Alberto Rimedio è il commentatore-tifoso della Roma? E’ quello che si chiedono i tifosi del Napoli al termine della partita di ieri sera tra Roma e Napoli valida per le semifinali di andata della Coppa Italia. Tutti coloro che hanno assistito all’evento andato in onda in prima serata su Rai Uno si sono potuti rendere conto di una cronaca altamente a favore dei giallorossi. A parte l’enfasi messa nelle reti romaniste, basta ascoltare l’audio sul terzo gol arrivato quasi al termine della partita, quello che ha fatto pensare a una partigianeria sfrenata per i colori giallorossi è stato il commento sul primo gol.

Gervinho, come dimostrato dalle immagini, era chiaramente in fuorigioco ma il buon Rimedio ha pensato di giustificare l’accaduto, la non segnalazione dell’assistente dell’arbitro, affermando che si trattava di questione di centimetri. Dall’altra parte però nello studio centrale la situazione non è stata migliore con Andrea Fusco e Ubaldo Righetti che non solo hanno giustificato il gol in maniera alquanto burlesca nei confronti dei telespettatori che si sono resi conto del grave errore compiuto dal guardalinee, ma anche sull’intervento di Castan per bloccare una ripartenza azzurra e che quindi meritava il giallo la giustificazione è stata: “Complimenti per il mestiere impiegato dal difensore romanista”.

Rimedio però è recidivo perché la stessa cosa gli era già capitata nella sfida sempre di Coppa Italia tra Roma e Juventus. Anche in quell’occasione il telecronista ha messo nel suo racconto eccessiva enfasi per i colori giallorossi quasi come se giocasse la nazionale che raduna sotto la bandiera l’intero popolo tifoso. A questo punto al domanda però sorge spontanea: ma vuoi vedere che Rimedio è un ultras della Roma?