Il Napoli ha indicato lo stadio Barbera di Palermo come stadio per ospitare le partite interne in campionato. Infatti entro oggi doveva essere consegnata la documentazione relativa all’iscrizione e nella domanda doveva essere indicato lo stadio dove ospitare le agre interne. Siccome la vertenza relativa alla concessione del San Paolo è ancora in alto mare, la società di De Laurentiis ha pensato bene di indicare il “Barbera” di Palermo. Infatti la convenzione per l’utilizzo del San Paolo scade il prossimo 30 giugno, ma c’è il rischio che i tempi per il rinnovo si allunghino e così potrebbero saltare anche le due amichevoli estive di lusso.

Il problema maggiore però è rappresentato dal preliminare di Champions League. Il Napoli come testa di serie, dovrebbe giocare l’andata del 19 o 20 agosto in trasferta, ma la settimana successiva, il 26 o 27 agosto, gli azzurri ospiteranno la gara di ritorno. I tempi sono contingentati perché anche in quel caso è stato indicato il Barbera e non ci potrebbe essere il giusto lasso affinché le commissioni della Federcalcio preposte possano riunirsi per registrare il cambio di campo da Palermo al San Paolo.

Leggi anche — > Stadio San Paolo, De Laurentiis: “Duro investire 300milioni di euro”

Leggi anche — > Champions League 2014-2015, il Comune: “Il Napoli giocherà al San Paolo”