La nuova maglia del Napoli per la stagione 2014-2015 è ancora un dilemma

E’ una curiosità legittima. Se Juventus e Inter hanno già dato il via alla produzione delle nuove maglie per la prossima stagione, lo stesso non può dirsi per il Napoli o, almeno, non sono ancora filtrate indiscrezioni sulla nuova maglia che gli azzurri indosseranno nella stagione 2014-2015 salvo qualche ipotesi che, se confermata, avrebbe del clamoroso.

Considerando l’exploit della Macron di quest’anno (non senza la complicità di Luigi De Laurentiis, figlio del patron) è ragionevole attendersi ancora qualche geniale trovata. Dal punto di vista del marketing, infatti, la maglia mimetica, soprattutto quella “classica” ha dato tutti i suoi frutti (un po’ meno per la X-Treme che, effettivamente, dà più l’impressione di una strana accozzaglia).

Ma se ai tifosi la maglia mimetica non è dispiaciuta affatto, è evidente che la preferenza resta per quella cui è ancorata la storia partenopea. L’azzurro dovrà comunque essere il colore dominante, magari addirittura un po’ più scuro e, soprattutto, marcatamente diverso da quello della Lazio. Quest’anno, infatti, a molti non sarà sfuggita l’eccessiva somiglianza tra le casacche dei biancocelesti e quelle del Napoli. Il produttore è lo stesso, è vero … ma salvo che per differenze di tonalità minime, le due divise di gioco (la prima e la seconda maglia per intenderci) erano davvero molto simili.

L’idea potrebbe essere quella di tornare ad un azzurro più marcato, evocativo dei fasti dell’epoca maradoniana, per la prima maglia. Riportare in auge la maglia bianca e ipotizzare un ritorno del blu che, ad onor del vero, riscosse un discreto successo. Le ultime indiscrezioni parlano della scelta dei tre colori: la prima maglia sarà azzurra, la seconda rossa e la terza nera. 

Leggi anche –> Napoli, la Maglia 2014-2015 potrebbe andare oltre il camouflage

Leggi anche –> La nuova maglia del Napoli è ancora un mistero: cresce l’attesa

 

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Koulibaly al Napoli, è Ufficiale

Napoli, perché in fondo è una gran bella stagione