La 35esima edizione del “Trofeo Maestrelli” va a Maurizio Sarri. Amore per Napoli e Rinnovo contrattuale in vista.

Il “Trofeo Maestrelli”, giunto alla sua 35esima edizione, è andato a furor di popolo, a Maurizio Sarri. 

Il tecnico del Napoli, alla fine della cerimonia di consegna si è trattenuto con i giornalisti ed ha rilasciato le seguiti dichiarazioni.

Il calcio è strano. Sono nato a 800 metri dal San Paolo e per una mia concezione ho sempre pensato che una persona debba tifare per la squadra della città in cui è nato, quindi per me il Napoli. Questo faceva arrabbiare i miei zii che invece mi trascinavano a vedere la Fiorentina, una formazione che per me non è come le altre. Poi dopo 50 anni mi sono ritrovato ad allenare proprio il Napoli. Auguro a tutti gli allenatori che lavorano con cuore ed anima di avere un’esperienza forte e irripetibile come quella che sto vivendo in questa città che respira calcio, che vive di calcio, e talvolta anche l’umore e il meteo dipende da cosa ha fatto il Napoli.” 

“Stavo per andare al Milan.  Mi chiamò da Galliani che mi voleva conoscere, poi  ricevetti un’altra telefonata dove mi disse che era stato scelto un altro allenatore, ma che se fosse stato per lui io sarei stato il nuovo allenatore del Milan. Forse è stato meglio così”.

La sua esperienza a Napoli in questi anni. 

l percorso credo sia buono. Abbiamo fatto 82 punti nel primo anno e poi un club ha pagato la clausola di Higuain. Ma invece di abbatterci abbiamo fatto 86 punti, record di sempre del clubQuest’anno ne vogliamo fare almeno 87 perché vogliamo quantomeno diventare il Napoli che ha fatto più punti di sempre, perché il più forte sarà sempre il Napoli di Maradona. Quando andiamo in campo dobbiamo dare l’impressione di essere 11 pazzi, gli altri ci devono vedere e pensare che siamo dei forsennati. I ragazzi non devono pensare di vincere, battere la Juve o altro. Il nostro obiettivo deve essere prima di tutto battere noi stessi e fare meglio dello scorso”.

Rinnovo del contratto.

“Il contratto è un falso problema, vedremo se ci sono tutte le condizioni. Io voglio essere sempre in grado di dare il 100% per questo pubblico che amo così tanto, se così non fosse va fatto un passo indietro. Sono cose che si sentono dentro. Il rapporto che il San Paolo ha con la squadra è sempre stato stupendo, con me in maniera particolare: il pubblico di Napoli non ha eguali. È già emozionante entrare allo stadio e ricevere certi attestati di stima e di affetto dal pubblico. Mi sento già in forte debito e l’unico modo che ho per sdebitarmi è dare tutto fino alla fine”.

Da queste dichiarazione dobbiamo dedurre che alla base del rinnovo contrattuale ci devono essere le giuste motivazioni che vanno ricercate anche nella prosecuzione di un progetto ambizioso di crescita di tutto il movimento calcistico napoletano. Da una rapida lettura dei giornali sportivi nazionali mi sembra che tutte le opinioni  vanno tutte verso la stessa direzione, ovvero un incontro a breve tra Sarri e ADL.

Un incontro che potrebbe esserci addirittura prima di domenica prossima. Sarri probabilmente incontrerà Aurelio De Laurentiis per avviare la discussione sulla parte economica del contratto e sulla clausola che lo compone. Il Presidente, inoltre, vorrà sapere dal suo allenatore che intenzioni ha, se ha offerte da altri club e se potrà avviare la programmazione per la prossima stagione.

Per Sarri potrebbe esser pronto un contratto fino al 2021 con 3 milioni a stagione e una perfetta convergenza sulle idee per rilanciare il “Nuovo Progetto Napoli” prescindendo dal risultato finale del campionato in corso.

Nei giorni scorsi, è bene ricordarlo, De Laurentiis si è recato a Castel Volturno con l’idea di ristrutturare l’attuale centro sportivo per andare incontro alle esigenze del tecnico. Inoltre, in chiave di acquisti e di rinforzi della rosa, alcuni nomi già ci sono, e sono ben appuntati sul taccuino di Giuntoli : Denis Suarez, Torreira, Chiesa, Verdi, Grimaldo e Toljan. Ma prima cosa dovrà esserci l’accordo con il tecnico.

Infine, va ricordato  che entro il 31 maggio può sempre essere esercitata la clausola rescissoria di otto milioni da versare al Napoli.

 

Calciomercato Napoli, Perin più di Leno per il post Reina

Curva B – Napoli “Sarò con Te” | Video