Juventus-Napoli, a Torino per vincere: per il campionato, per i tifosi e per la città

2-0, 2-3. Già questa serie di numeri dovrebbe dare la carica necessaria per trovare le forze per ripetere quella storica impresa targata Mazzarri. Se ci siamo riusciti all’epoca possiamo ripeterci. Intanto perché la Juventus non è più la stessa corazzata imbattibile degli anni immediatamente passati. Ma soprattutto perché il Napoli non è più quello degli anni passati, è notevolmente migliorato. Sicuramente domani sera dovremo fare i conti con le numerose assenze, in primo luogo nel reparto difensivo.

benitez allenamento
Il Napoli di Benitez è nettamente superiore a quello di Mazzarri a livello tecnico

Comunque, senza nulla togliere ai valorosi combattenti che siglarono quella memorabile vittoria, oggi la formazione azzurra ha delle qualità in più che all’epoca mancavano. Eppure si riuscì nella vittoria. Perché le qualità spesso passano in secondo piano quando entrano in campo rabbia propositiva, volontà di vincere, spirito di sacrificio, voglia di riscatto. Caratteristiche che dovrebbero sempre segnare le prestazioni della rosa partenopea. Perché quella casacca azzurra non è solo la maglia di una squadra di calcio, ma la bandiera di un popolo che ne ha subite tante. Di una capitale decapitata che deve ristabilire fiducia in se stessa. Il calcio è solo un gioco? La storia ci insegna che non è così.

Qualche tempo fa su Sky fu trasmesso un documentario in cui si spiegava per filo e per segno come i regimi negli anni passati hanno strumentalizzato il calcio e le tifoserie per consolidare consensi o modificare equilibri politici. Più in generale il calcio in Italia ha un valore altro, che non è solo una mera rappresentanza sportiva: la squadra diventa appendice di un popolo. Di sicuro lo è a Napoli. Quindi è semplice comprendere quanto sia importante vincere contro i piemontesi. Vincere contro le squadre del nord. Senza perdersi in teorie neoborboniche, che lasciano il tempo che trovano.

Tifosi del Napoli al San Paolo
Juventus-Napoli è una delle sfide più attese dai partenopei

E’ importante perché il calcio è economia, è soldi, è turismo, è possibilità per giovani e per un intero territorio. Avere grosse realtà calcistiche nella propria regione o più in generale al Sud significa avere più soldi da iniettare sul territorio, sempre se gestiti bene. Significa produrre ricchezza, creare indotto lavorativo diretto e indiretto. Significa portare gente dall’estero a conoscere le nostre realtà, a viaggiare con i nostri mezzi pubblici, a dormire nei nostri alberghi. Avere una grande realtà sportiva significa dare una possibilità in più ai talenti delle nostre terre di arrivare dove altri loro coetanei semmai meno capaci hanno la possibilità di arrivare solo perché nati a Torino o Milano.

E’ per questo che bisogna sostenere la squadra del proprio territorio, della propria regione. Ed è per questo che è importante vincere domenica sera a Torino, per effettuare un passo fondamentale verso un risultato che manca da troppo tempo e che consentirebbe un discreto salto di qualità alla realtà sportiva campana.

TUTTE LE NOTIZIE SU JUVENTUS-NAPOLI

Leggi anche –> Juventus-Napoli: il precedente rimasto nella storia degli azzurri (Video)
Leggi anche –> Juventus-Napoli è tutta un’altra storia, da sempre (e sarà sempre così)