Juventus-Napoli 3-1, la cronaca della partita

Finisce con il risultato di 3-1 la sfida tra Juventus e Napoli. La squadra di Rafa Benitez si presenta senz’anima allo Juventus Stadium, proprio nella partita più importante che vale un’intera stagione. Pronti via gli azzurri partono bene rendendosi pericolosi nei primi minuti di gioco con buone trame offensive. E’ infatti Mertens che impegna Buffon con un tiro dal limite che risulta troppo centrale per il numero uno bianconero, che para respingendo al lato. Ma il Napoli è tutto qui in questa conclusione del folletto belga. E’ poi la Juve che prende in mano le redini del gioco e passa in vantaggio al 13′ minuto con un’azione corale che termina con l’inserimento di Pereyra, che in area di rigore azzurra sigla il gol del vantaggio bianconero.

Nella seconda frazione gioco gli azzurri sembrano più convinti e raggiungono il pareggio al 50′ minuto grazie ad un gol di David Lopez. La rete arriva dopo un calcio rigore concesso dall’arbitro Banti per fallo di mano di Asamoah. Sul dischetto si presenta Lorenzo Insigne che si fa ipnotizzare da Buffon, ma è lesto il centrocampista spagnolo che ribatte in rete sulla respinta del portiere bianconero. Dopo il gol del pareggio la Juve si sgonfia e sale in cattedra il Napoli che sfiora ripetutamente la rete del vantaggio.

Al 76′ minuto però è Sturaro che si inventa attaccante, e con una grande azione personale riporta in vantaggio i bianconeri. Inutile il forcing finale della squadra di Rafa Benitez che subisce anche il terzo gol su calcio di rigore, dopo una sciocchezza di Britos che da una testata a Morata. Non c’è epilogo più amaro per il Napoli, questa partita rispecchia in pieno la stagione degli azzurri. Tra enigmi tattici, squadra senza grinta e calciatori non all’altezza della piazza, urge una rifondazione ed un nuovo allenatore che dia finalmente un’anima a questa squadra.

Leggi anche: