Juventus-Napoli 3-0, le magie del fuoriclasse arbitro Rocchi

Cosa avrebbero mai da recriminare i tifosi napoletani? Mai vittoria è stata più netta nella storia del calcio, sia dal punto di vista sportivo che da quello della sportività e della correttezza. Addirittura la vecchia signora è riuscita a vincere senza che le venisse assegnato nemmeno un rigore. E’ bastato un gol in fuorigioco per dimostrare la propria superiorità. E poi le due perle di Pirlo e Pogba (gira voce che per quest’anno il France Football avrebbe deciso, dopo aver assistito a queste due splendide realizzazioni, di optare per un’assegnazione doppia del Pallone d’oro).

Arbitro Rocchi
La direzione di Rocchi ha lasciato gli azzurri un tantino perplessi

Anzi, se proprio dobbiamo dirla tutta, la conduzione del direttore di gara è stata macchiata da un paio di scelte a favore degli ospiti: in almeno due o tre occasioni qualche giocatore bianconero è caduto al suolo e l’arbitro non ha fischiato fallo, nonostante ci fosse nelle immediate prossimità un diretto avversario partenopeo (più o meno a distanza di un metro o un metro e mezzo). Ma tutto sommato la conduzione della gara è stata buona: Rocchi più di una volta è riuscito nel difficile compito di notare un fallo di volto (di mento, di mascella, di zigomo) dei giocatori partenopei che, intenzionalmente e con una cattiveria senza pari, sono andati ad infierire sui gomiti, sulla braccia e sulle mani dei giocatori della formazione di casa.

Una delle decisioni più difficili che il direttore di gara è riuscito a prendere è stata notare il fallaccio psicologico di Hamsik ai danni di Pogba: il numero 17 azzurro (già il numero di casacca è tutto un programma), dopo aver provato e riprovato la cosa in allenamento, è riuscito con la forza del pensiero a far scivolare l’avversario. A qualsiasi altro direttore di gara forse sarebbe sfuggito il fallo esoterico ma non a Rocchi, che ha assegnato la punizione sui quali sviluppi è stato commesso un altro fallaccio su Tevez al limite d’area che ci ha fatto poi assistere alla stupenda parabola del talentuoso Pirlo. Non un caso l’eccezionale bravura del direttore di gara.

Higuain
Higuain sbalordito per alcune decisioni arbitrali

Lo dimostra anche la difficilissima scelta di concedere punizione alla Juventus quando Higuain con la sua maglietta ha strattonato in area Ogbonna tirandolo per la mano. Ma ancora una volta Rocchi ha dimostrato di essere un direttore di gara di livello internazionale (degno almeno del campionato di massima serie australiano). Eh ma tanti sono gli esempi che si potrebbero ricordare della partita di ieri per dimostrare le grandi doti del virtuoso del fischietto. Tanto è vero che France Football avrebbe deciso di prevedere per quest’anno uno speciale Pallone d’oro per gli arbitri.

Insomma netta superiorità della formazione di casa alla quale, non si capisce per quale motivo, quest’anno non le si attesti il titolo per manifesta superiorità. Ah già, è vero: siamo in Italia e quindi la Camorra fa continuare il campionato perché deve trovare il modo di scippare il titolo a chi ha le possibilità di conquistarlo onestamente.

Leggi anche –> Juventus-Napoli, Gol Llorente in Fuori Gioco di 21 Centrimetri
Leggi anche –> Moviola Juventus-Napoli 3-0, gli errori dell’arbitro Rocchi