Inter-Napoli, l’analisi della partita: due filosofie a confronto

E’ tutto pronto per la sfida tra Inter  e Napoli. Domani sera si affronteranno due modi opposti di interpretare il calcio. Da una parte il solido 3-5-2  di Walter Mazzarri,  dall’altra  l’imprevedibilità  del 4-2-3-1 versione europea del tecnico spagnolo Rafa Benitez. 

Dovendo puntare solo al campionato dall’Inter di Mazzarri ci si aspettava ben altro. L’obiettivo era almeno quello di lottare per il terzo posto. Ed invece i nerazzurri si trovano quinti in classifica, in piena lotta per la qualificazione in Europa League. Il Napoli quindi si presenta a questa gara più tranquillo dal punto di vista psicologico con il terzo posto ormai blindato. Questo potrebbe essere un aspetto positivo, gli azzurri dovrebbero giocare in scioltezza, senza l’ansia del risultato. Benitez però, dovrà essere molto bravo  a tener alta la concentrazione dei calciatori azzurri. Un calo di tensione rischierebbe di poter rovinare la gara.

L’Inter  ha  problemi di formazione soprattutto nel reparto arretrato, avendo fuori per squalifica Rolando e Samuel, mentre sono infortunati Juan Jesus e Jonathan. La difesa a 3 dovrebbe essere così schierata con  Campagnaro, Ranocchia e Andreolli, anche se Mazzarri potrebbe optare per altre alternative. Non si esclude infatti che a sorpresa il tecnico possa puntare su una difesa a 4, con Campagnaro e Ranocchia centrali e Nagatomo e D’Ambrosio sugli esterni. Centrocampo con Kovacic e Cambiasso al centro, Hernanes a ridosso della coppia di attaccanti formata da Icardi e Palacio. Conoscendo il tecnico, nulla toglie che possa affidarsi  ad un centrocampo più coperto, optando per Guarin alle spalle delle due punte Hernanes e Palacio.

Benitez, dal canto suo, non ha particolari problemi di formazione: l’unico assente sarà Fernandez. Quindi in difesa giocherà Britos in coppia con Albiol. Per il resto andrà in campo la squadra tipo, con Mertens in attacco finalmente schierato nell’undici titolare. Per gli azzurri sarà una gara molto intensa anche perché i nerazzurri vorranno riscattare il 4-2 dell’andata. Se il Napoli però vorrà avere la meglio sui nerazzurri, non dovrà concedere campo e spazio agli avversari, cercando di evitare un atteggiamento troppo rinunciatario che sarebbe oltremodo rischioso e penalizzante.

Leggi anche –> Inter-Napoli, perchè Mazzarri dovrà ingabbiare Higuain & C.

Leggi anche –> Inter-Napoli, Benitez:  “la squadra darà il massimo per vincere”

TUTTE LE NOTIZIE SU INTER-NAPOLI