Inter-Napoli, Benitez: “La squadra darà il massimo per vincere”

Per Benitez è un ritorno al passato, anche se breve, per il Napoli una partita da giocare e vincere così da arrivare al massimo alla decisiva gara di Coppa Italia contro la Fiorentina. Insomma il match di domani contro l’Inter ha molti motivi per essere vissuto: “All’Inter non ho avuto problemi.  E’ una Società di livello internazionale, personalmente ho lavorato bene, il rapporto con quasi tutte le persone e quasi tutti i giocatori era buono. Ho vinto i due titoli che sono riuscito a giocarmi nel tempo che ho allenato e di più non si poteva. E’ acqua passata, adesso pensiamo al presente e al futuro”, queste le prime parole dell’allenatore spagnolo.

Benitez che gli stimoli per la partita di domani sono “…quelli giusti perché vogliamo fare il record di vittorie in trasferta, vogliamo conquistare tanti punti, abbiamo Higuain che può lottare per il titolo di capocannoniere. Gli stimoli ci sono, la squadra domani dovrà dare il massimo per provare a vincere”. Su chi gli chiede se le scelte terranno conto della finale in programma la settimana prossima, Benitez è categorico: “Non avrò influenze. Il messaggio che ho inviato alla squadra è che questa partita dovrà essere interpreta con tanta con intensità da tutti per dimostrare che vogliono essere in campo anche nella prossima gara”.

Quindi il tecnico ha anche tracciato un primo bilancio della sua prima stagione alla guida degli azzurri: “penso che abbiamo fatto un anno molto positivo e possiamo ancora far meglio se vinciamo domani e sabato prossimo. Questa è la nostra certezza, e così vogliamo proseguire. Siamo alla prima stagione, ci sono stati tanti cambiamenti e l’anno prossimo vogliamo rinforzare ancora la rosa”. Infine la rassicurazione ai tifosi: “Sul mercato – ha aggiunto Benitez – cercheremo giocatori importanti che facciano al caso nostro, sia tra i cosiddetti pezzi da novanta, sia tra giovani di qualità, affamati di calcio e molto motivati a giocare nel Napoli”.

Leggi anche — > Inter-Napoli, per Mazzarri e Benitez è sfida al passato

Leggi anche — > Inter-Napoli, Moratti: “Senza Benitez vincevamo un altro Scudetto”