Insigne Rapinato al Vomero, l’agente: “Tanta paura”

Tanta paura per Lorenzo Insigne che sabato sera è stato rapinato al Vomero da alcuni malviventi armati di pistola. La notizia, circolata nelle ore successive all’accaduto, è stata confermata dall’agente dell’attaccante partenopeo ai microfoni di Radio Kiss Kiss Italia. Insigne stava rientrando in casa quando, nel quartiere Vomero di Napoli, è stato minacciato con la pistola da alcuni malviventi che, riconosciuto il calciatore, gli hanno estorto denaro e alcuni oggetti di valore puntandogli al volto l’arma.

“Tanto spavento e paura perché insieme a Lorenzo, in auto, c’era anche la moglie. Per fortuna non c’erano i figli”. Così racconta a Radio Kiss Kiss lo stato d’animo di Insigne l’agente. La rapina è avvenuta realmente: “Intorno alle 22.30 di ieri sera. È stata un’esperienza negativa, ma sarà a Castelvolturno per la rifinitura. Con il calcio e con il supporto dei compagni riuscirà a superare tutto”. Un sabato sera che poteva trasformarsi in tragedia, ma che fortunatamente si è concluso solo con tanta paura. A seguito della rapina, i coniugi Insigne hanno sporto denuncia.

Leggi anche: