Insigne con Montefusco e Canè per i 100 anni del Circolo Canottieri

Ospite d’onore all’evento per i 100 anni del Circolo Canottieri Napoli, Lorenzo Insigne è immortalato nel gruppo che rappresenta, a tutti gli effetti, la storia del Napoli. Montefusco e Canè rievocano anni ormai passati eppure indelebilmente stampati nella memoria e negli annali per gli innamorati del calcio romantico, quel calcio che fu proprio di Canè e Braglia, Clerici e Carmignani, Massa ed Improta.

Canè al Napoli, ed alla città partenopea, ha legato le sue fortune e la sua vita. Arrivò a Napoli nell’epoca di Cuman, Ronzon, Antonio Juliano e Rosario Rivellino e vi restò fino agli anni di Dino Zoff, Panzanato, Altafini e Sivori, per poi tornare qualche anno dopo, nel 1972, dopo la parentesi a Bari.

Oggi Lorenzo Insigne era lì, per i 100 anni del Circolo Canottieri Napoli, a rappresentare il calcio Napoli e, ancor più, la nuova era dello sport campano con tutti coloro che, per un motivo o per un altro, in una disciplina o nell’altra, hanno scritto pagine importanti della storia sportiva napoletana e campana.

insigne montefusco canè ferlaino
* foto Antonio Vuolo, cui vanno i ringraziamenti della redazione di Calciomercato.Napoli.it

Leggi anche –> Lorenzo Insigne ai 100 anni del Circolo Canottieri Napoli

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Calciomercato Napoli, per Zuniga la cessione è possibile

Calciomercato Napoli, Andrè Ayew: “C’è l’offerta del Napoli”