Infortunio Mesto, per il Napoli è emergenza sugli esterni

Pochi minuti di gioco (sette per l’esattezza), il piede appoggiato male e la distorsione al ginocchio che obbliga lo staff medico azzurro a ricorrere ad una risonanza magnetica a Villa Stuart per Giandomenico Mesto, proprio ora che il terzino ex Genoa diventava fondamentale nello scacchiere di Rafa Benitez.

L’infortunio di Mesto, però, complica decisamente i piani del tecnico partenopeo. Sugli esterni, infatti, al momento è possibile contare soltanto su Pablo Armero e Christian Maggio, di rientro dalla squalifica. Come alternativa, con Zuniga fermo ai box, Benitez ha provato Bruno Uvini ma è chiaro che sarebbe soltanto un ripiego, nonostante la buona prova del difensore brasiliano in quel ruolo.

Uvini al Napoli

Tutto, però, ricadrà sulle spalle di Maggio e Armero, a cominciare dalla sfida contro il Marsiglia al San Paolo e da quella contro la Juventus allo Stadium. Impossibile immaginare esperimenti in quelle che si preannunciano già come sfide fondamentali. Un’ulteriore ipotesi emergenziale potrebbe essere quella di schierare Raul Albiol a destra ma, a quel punto, senza Britos in difesa, si rischierebbe di rimanere scoperti al centro.

Leggi anche–> Mesto, rottura del crociato: tempi di recupero lunghi

Leggi anche –> Infortunio Zuniga, Dott. Mariani: Il giocatore tornerà non prima di 45 giorni