Il tifoso aggredito querela De Laurentiis dopo la lite

Dopo le scuse pubbliche di De Laurentiis al tifoso che ha aggredito al termine della sfida contro il Parma, ecco che il 30enne Dario D’Agostino replica al produttore cinematografico: “Sono allibito e deluso dal comportamento di De Laurentiis. E ora mi riservo di querelarlo”. Queste le prime dichiarazioni del giovane, tifoso del Napoli, residente a Porto Recanati. Gli ho detto: presidente, noi non vogliamo vincere solo contro la Juventus. L’ho detto con educazione e per tutta risposta lui è sceso dalla macchina e si è avventato contro di me sotto gli occhi di chi era nei paraggi”, questa la ricostruzione di D’Agostino.

Subito dopo essere stato aggredito il giovane operaio è andato al Pronto Soccorso per farsi medicare e i sanitari presenti gli hanno dato cinque giorni di prognosi: “Dopo poche ore dall’accaduto – racconta ancora D’Agostino – sono stato contattato da un dirigente del Napoli che mi ha invitato a Castelvolturno, il centro sportivo del Napoli, per un chiarimento. Ma ho declinato l’invito senza alcun dubbio, perchè la mia dignità di persona e di tifoso non la vendo a nessuno, nemmeno a chi ha solo più soldi di me. Sono sicuro di tenere di più io al Napoli, sia come squadra sia come città, che il presidente De Laurentiis”.

Leggi anche — > Lite De Laurentiis-Tifoso superata: il comunicato ufficiale della SSC Napoli

Leggi anche — > Video – De Laurentiis litiga con un tifoso dopo Parma-Napoli 1-0