Il procuratore di Insigne contro Benitez: “Gioca in un ruolo non suo”

Il procuratore di Lorenzo Insigne, Fabio Andreotti, ha rilasciato alcune dichiarazioni all’ emittente radiofonica Crc che non passeranno affatto inosservate: “Insigne quest’anno si è adattato, ma non è quello il suo ruolo. Il fatto che Lorenzo sia poco lucido sotto porta è da attribuire alla posizione che occupa in campo, che non gli si addice alla perfezione. Anche Behrami, Inler, così come Jorgihno sono calciatori che non riescono a dare il meglio nel centrocampo a due voluto da Rafa Benitez. Credo che diversi calciatori del Napoli discuteranno della loro posizione con la società.  E lo faremo anche noi con spirito costruttivo chiaramente.”

Oltre al caso Hamsik, si prospettano ulteriori problemi per il tecnico spagnolo, che dovrebbe rivedere  alcune idee riguardo al modulo da schierare la prossima stagione. C’è da dire che mister Benitez con la rosa che ha a disposizione, potrebbe apportare delle varianti tattiche al suo 4-2-3-1, passando tranquillamente ad un 4-3-3 o ad 4-3-2-1. Parecchi calciatori infatti potrebbero rendere al meglio con questo nuovo sistema di gioco.

L’uscita del procuratore del Magnifico, però, non sono affatto piaciute: non sono piaciute ai tifosi (che dei procuratori non vorrebbero neanche sentirne parlare), non saranno piaciute alla società e ancora meno a Rafa Benitez. In realtà, ciò che è apparso davvero fastidioso  è stato il modus operandi. Probabilmente, Insigne, avrebbe fatto meglio a parlarne direttamente con il mister.

Leggi anche -> Calciomercato Napoli: Le trattative in tempo reale

Leggi anche -> Beharami – Inter: C’è l’accordo, manca il si del Napoli

Calciomercato SSC Napoli: acquisti, cessioni e trattative 27 maggio 2014

Calciomercato Napoli, Gianluca Di Marzio: “Ecco gli aggiornamenti”