Il Pocho Lavezzi indagato per traffico di opere d’arte

A poco più di un anno di distanza, il “pochoLavezzi torna a far parlare di se in Italia, specialmente a Napoli. Era più di un anno fa che l’argentino “scorrazzava” lungo tutto il campo del San Paolo e faceva letteralmente impazzire i tifosi napoletani e ancor più i suoi avversari che, per limitarlo, si vedevano costretti a dare il 200% data l’estrema velocità del talentuoso calciatore argentino.

lavezzi psg

Dopo essere stato ceduto nella scorsa stagione al PSG per una cifra che si aggirava intorno ai 30 milioni di euro, il talento argentino torna a far parlare di se. Possiamo dire che non lo fa nel migliore dei modi dato che è finito sulle pagine del “Mattino”  dritto dritto in prima pagina. A questo punto è lecito domandarsi cosa avrà fatto per finire in prima pagina?

Quando Lavezzi si è trasferito al Paris Saint-Germain non ha portato con se solo il cuore di molti tifosi napoletani, ma a quanto pare anche un reperto archeologico di inestimabile valore . Tutto è successo lo scorso Maggio quando il calciatore si trasferì in Francia e l’oggetto fu intercettato alla dogana, imballato e pronto per partire insieme all’attaccante. Probabilmente il reperto proveniva dalla zona di Pompei. Alla domanda dei doganieri di come era arrivato in possesso di quell’opera di inestimabile valore, il “pocho” rispose che gli era stata regalata. Ora l’attaccante argentino è indagato per traffico illecito di opere d’arte e si aspetta la fine delle indagini.

LEGGI ANCHE–>Cavani al PSG ufficiale, De Laurentiis vuole Verratti al Napoli

LEGGI ANCHE–>Gonalons al Napoli? De Laurentiis ha l’accordo con il Lione

LEGGI ANCHE–>Calciomercato Napoli,scambio Zuniga-Ranocchia con l’Inter?