Il 2014 e il Napoli, De Laurentiis: “Saremo più competitivi”

Nel 2014 saremo ancora più competitivi”. E’ un Aurelio De Laurentiis su di giri quello che lancia il classico messaggio augurale ai tifosi napoletani. Il numero uno azzurro ha prima tracciato un bilancio di quello che è stato l’anno che si sta per chiudere e poi ha spiegato cosa si aspetta dal futuro.

“Abbiamo chiuso l’anno al terzo posto in campionato, con tre punti rispetto alla scorsa stagione e con il record di punti della storia azzurra. Il bilancio è positivo e deve far piacere a tutti, perché non bisogna dimenticare che meno di dieci anni fa eravamo rinati dal nulla. Abbiamo fatto tesoro del fair play finanziario e siamo riusciti in questi anni a costruire con investimenti oculati quello che altri club non sono riusciti a fare”, queste le parole di De Laurentiis sul 2013.

Ma nel corso dell’anno quasi finito lo stesso presidente ha optato pure per un cambio di allenatore e di mentalità dopo quattro anni di cura Mazzarri: “Abbiamo scelto Benitez quale tecnico che caratterizzasse il nostro gioco così come viene effettuato nei più grandi club del mondo. Il 4-2-3-1 è un modulo vincente ma anche complesso da assorbire. Quindi c’è bisogno di tempo ed anche eventualmente di uomini che possano interpretarlo al massimo”.

de laurentiis e benitez

Alla domanda su quali sono gli obiettivi per il 2014 De Laurentiis ha risposto convinto: “L’obiettivo principale è rafforzare sempre il Napoli attraverso la guida di un allenatore al quale bisogna dare il tempo per fare una giusta semina. Il Napoli è come la Ferrari che negli anni può vincere e non vincere ma che sta sempre là tra le prime. Il nostro obiettivo è stare stabilmente nel calcio che conta e stazionare ai primi posti del campionato. Noi lavoriamo ad un processo di internazionalizzazione e di mondializzazione e su questo percorso ci muoveremo in futuro”.

Leggi anche — > Bilancio Napoli 2013, De Laurentiis: “Un anno splendido”

Leggi anche — > Calciomercato Napoli, De Laurentiis: “Faremo quello che chiederà Benitez”