I calciatori del Napoli rapinati dalla Camorra su ordine degli Ultras

Sono gli ultras i mandanti delle rapine ai danni dei calciatori del Napoli. A rivelarlo è un pentito di Camorra, Salvatore Russomagno, nel corso del processo per la rapina subita un anno fa da Valon Behrami. Gli ultras volevano così colpire quei giocatori che non partecipavano alle manifestazioni organizzate dai tifosi.

Dinanzi alla nona sezione del Tribunale di Napoli vi era pure Behrami, vittima della rapina del 20 dicembre2012, che ha anche riconosciuto in Raffaele Guerriero colui che gli ha strappato il Rolex. Il centrocampista azzurro ha detto: “Ho una buona memoria fotografica e ricordo i volti di quelli che mi fanno del male”.

tifosi napoli biglietto

Mentre lo svizzero non ha riconosciuto l’altra persona che il collaboratore di giustizia ha indicato come responsabile della rapina, che infatti non è imputata. Il calciatore ha poi chiarito: “Non ho legami diretti con i gruppi ultras e preferisco partecipare solo agli eventi organizzati dalla società”.

Leggi anche — > I furti ai calciatori non succedono solo a Napoli: le disavventure dei calciatori della Serie A

Leggi anche — > Alfano Contro gli Ultras: “Linea dura contro i violenti”