Era un Milan-Napoli di un po’ di tempo fa. In campo c’era Gianluca Grava. Al folletto napoletano toccò la marcatura su Ronaldinho. Per il brasiliano non fu una giornata affatto facile. Aveva letteralmente incollato uno dei simboli delle rinascita napoletana.