Genoa – Roma Risultato Finale 2-4

Da 0-2 per il Genoa a 4-2 per la Roma. Gol e spettacolo allo stadio “Marassi” di Genova, dove i rossoblù di casa ospitano la Roma. Una clamorosa rimonta per la squadra di Zeman, che incassa così la seconda vittoria consecutiva. La Roma non vinceva a Marassi dal 2007 (gol all’epocadell’ex Panucci)

Dopo soli 6′ di gioco Genoa in vantaggio con un gran gol di Kucka. Dieci minuti più tardi arriva il raddoppio firmato da Jankovic, al termine di un’azione insistita. La Roma reagisce e al 26′ accorcia le distanze con una conclusione di precisione sul secondo palo di capitan Francesco Totti. Nell’ultimo minuto della prima frazione, poi, il pareggio di Osvaldo, con una splendida girata al volo. Per lui quarto gol in quattro partite di campionato. Al 10′ della ripresa ancora Osvaldo, di testa su calcio d’angolo. 3-2 Roma, la missione è completata. A 8′ dalla fine Erik La Mela, tra i migliori in campo, firma anche il poker con un bel sinistro.

Gara in diretta sul web ed aggiornamenti online con il risultato in tempo reale dal “Luigi Ferraris” su CalcioMercato Napoli.

Si chiude così l’ottava giornata del girone d’andata con due squadre che promettono gol e spettacolo.

Tra i giallorossi rientrano sia De Rossi che Osvaldo titolari, dopo le polemiche della scorsa settimana relativamente all’esclusione di “capitan Futuro” da parte del tecnico boemo. Esclusione clamorosa, seguita in settimana dal gol con la Nazionale azzurra segnato dallo stesso De Rossi. Zeman lascia in panchina inizialmente Pjanic, mentre il collega De Canio rinuncia inizialmente a Ciro Immobile, affidandosi soprattutto alla voglia di Marco Borriello, il grande ex di turno.

Big match e pubblico delle grandi occasioni al “Luigi Ferraris”: gara verità per entrambe le formazioni, chiamate ad una prova di forza per dimostrare di poter lottare quest’anno per qualcosa d’importante.

De Canio prova a mescolare le carte inserendo al 53′ il grande assente, Ciro Immobile, al posto del sudamericano Jorquera, comunque molto positivo.

Queste le formazioni ufficiali delle due squadre:


balzaretti romaGENOA
(4-4-2): 1 Frey; 5 Granqvist, 21 Canini, 3 Bovo, 24 Moretti; 19 Jorquera, 33 Kucka, 14 Seymour, 13 Antonelli; 22 Borriello, 11 Jankovic. A disposizione: 30 Tzorvas, 32 Donnaruma, 31 Sampirisi, 91 Bertolacci, 10 Merkel, 28 Tozser, 17 Immobile, 9 Melazzi, 18 Piscitella. All: De Canio.

ROMA (4-3-3): 24 Stekelenburg;  23 Piris, 3 Marquinhos, 5 Castan, 42 Balzaretti; 16 De Rossi, 77 Tachtsidis, 48 Florenzi; 8 Lamela, 9 Osvaldo, 10 Totti. A disposizione: 13 Goicoechea, 55 Svdkauskas, 11 Taddei, 46 Romagnoli, 4 Bradley, 7 Marquinho, 15 Pjanic, 20 Perrotta, 17 N.Lopez. All: Zeman.

Arbitro: sig. Orsato di Schio

CRONACA LIVE – AGGIORNAMENTI

Il Genoa parte alla grande e dopo appena 6′ trova subito il gol (1-0). Al primo vero affondo, sugli sviluppi di un’azione manovrata, Kucka prende palla al limite dell’area e lascia partire uno splendido fendente di destro che si infila sul secondo palo.

Passano altri dieci minuti ed il Genoa ipoteca il successo. Jankovic concretizza una bella azione personale insistita, respingendo in rete la respinta del portiere avversaria sulla sua prima conclusione ravvicinata (2-0). Molto mobile – anche nella circostanza – Marco Borriello che dimostra di sentire la partita contro i giallorossi e di voler far bene.

Dopo le due sberle iniziali, a partire dal 20′, la Roma cerca di reagire. Al 22′ da registrare un timido tentativo di Osvaldo con un colpo di testa su assist dalla destra di La Mela. Totti cerca di prendere per mano la squadra, ma il Genoa si difende con ordine. AL 25′ ci prova dal limite di Alessandro Florenzi, che non trova la porta.

Al 25′ è il Genoa a ripartire: la Roma cerca di riaprire il match e lascia di conseguenza ampi spazi ai padroni di casa. L’azione parte da un colpo di tacco di Borriello, scambio Jankovic-Jorquera, tiro di quest’ultimo al lato. Un minuto dopo la Roma riapre la partita: Totti conclude di precisione sul secondo palo (2-1), Frey non può nulla. Gol e spettacolo con tre reti nel primo quarto di partita.

Sembrava una partita senza storia dopo i primi venti minuti di gioco, la rete del capitano giallorosso, invece, riapre completamente la partita. Al 32′ la Roma, spinta dai suoi tifosi che si fanno sentire al Ferraris, conquista prima due calci d’angolo consecutivi, poi una punizione da posizione pericolosa con Piris. Sugli sviluppi, il colpo di testa di Castan viene deviato in angolo da Frey.

La Roma insiste ed al 35′ il solito Florenzi (come al solito tra i migliori) ci prova con un tentativo a giro. Un minuto dopo ghiottissima occasione sui piedi di La Mela, la cui conclusione viene deviata in angolo da Frey con un intervento provvidenziale di piede.

Dopo venti minuti di predominio giallorosso, al 41′ i rossoblù di casa di riaffacciano verso la porta avversaria: il tiro di Jorquera dalla distanza impegna Stekelenburg nella deviazione in angolo. 43′ di nuovo Roma vicino al pareggio: il colpo di testa di Osvaldo, che sovrasta Bovo, si perde di poco al lato, con La Mela che perde l’attimo giusto per il tap in vincente. Il gol è nell’aria ed arriva nell’ultimo minuto del primo tempo: Osvaldo si esibisce in una splendida girata al volo da posizione ravvicinata che completa l’incredibile rimonta.

Si va così al riposo sul risultato di 2-2.Una cosa è certa: nel secondo tempo si preannunciano scintille, gol e spettacolo…

SECONDO TEMPO

Comincia il secondo tempo senza novità di formazione da ambedue le parti. Nei primi 3′ di gioco della ripresa, i padroni di casa collezionano due calci d’angolo consecutivi che però non sortiscono alcun effetto. Il Genoa dà l’impressione di voler cominciare la seconda frazione come il primo tempo, ma la Roma non è la stessa vista nei primi 20′. Al 4′ da registrare un timido tentativo di Piris, in proiezione offensiva. Al 7′ il greco (tra il migliore dei suoi) ci riprova ma non prende la mira. Al 10′ Roma in vantaggio (2-3), ancora con Osvaldo, con un preciso colpo di testa sugli sviluppi di un angolo dalla sinistra.

La partita s’incattivisce: prima Totti ed Osvaldo protestano per un presunto fallo, poi De Rossi rimedia un’inutile cartellino giallo per un fallo a centrocampo su Seymour. Al 62′ De Canio manda in campo Bertolacci, calciatore in comproprietà proprio con i giallorossi, che prende il posto di Seymour. A 20′ dal termine entra anche Melazzi, formando così un vero 4-2-4, cercando di attaccare il greco Piris.

Il Genoa chiude in 10 per l’infortunio di Borriello, con De Canio che ha esaurito i cambi. A 8′ dalla fine la Roma chiude definitivamente i giochi con il quarto gol che porta la firma di La Mela. Clamoroso, dunque, al Marassi: dallo 0-2 per il Genoa al 4-2 per la Roma. All’85’ la Roma rischia di dilagare con Osvaldo che va vicino alla tripletta.

Encomiabili, come sempre, i tifosi del Genoa, che hanno sostenuto ed incoraggiato la squadra anche sul 4-2 per gli avversari. Un grande spettacolo ed una grande serata, insomma, sia in campo che sugli spalti del “Luigi Ferraris”.

E dopo cinque (inutili) minuti di recupero, la Roma può festeggiare un successo ampiamente meritato.

Scritto da Gianluca Capiraso

Nato ad Avellino nel 1982, iscritto all'Albo Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti nel 2000 (a soli 18 anni), da 5 anni vive a Milano dopo aver "girovagato" tra Roma e Firenze. Il suo primo articolo, pubblicato su un quotidiano locale, risale a inizio 1998, neanche 16enne. Segue da vicino le vicende sportive di diversi club italiani, dalla serie A alla Lega Pro. Segui @Capiraso

Napoli Juventus Campionato Serie A

Web e Social Network Contro Giampiero Amandola (Tg3 Piemonte) Per Video della Vergogna

Edinson Cavani Calciomercato

Edinson Cavani Sogno Proibito dei Tifosi Interisti