Genny a Carogna condanna a 10 anni di carcere: la Sentenza

Genny a Carogna dovrà scontare dieci anni di carcere per associazione a delinquere e traffico internazionale di stupefacenti

Genny a Carogna (Gennaro De Tommaso all’anagrafe) è stato condannato a 10 anni di carcere con l’accusa di associazione a delinquere e traffico internazionale di stupefacenti. La sentenza è stata emessa questa mattina e ha soddisfatto l’avvocato di De Tommaso, Giovanna Castellano.

Colpevole di aver spacciato hashish, marijuana e cocaina provenienti da altri Paesi europei (Olanda e Spagna nello specifico) Genny a Carogna, adesso ai domiciliari, dovrà scontare 10 anni di carcere, 8 in meno rispetto a quanto richiesto dall’accusa, rappresentata dal pubblico ministero Michele Del Prete. Questo è quanto è stato deciso dal gup Livia De Gennaro nel corso del processo con rito abbreviato. 

Genny a Carona è l’ultras del Napoli noto per aver trattato con la polizia allo stadio Olimpico durante la finale di Coppa Italia Napoli-Fiorentina disputata nel maggio 2014, nel giorno in cui perse la vita nella sparatoria di Tor di Quinto il tifoso azzurro Ciro Esposito. Il De Gennaro ha poi avuto a che fare con le forze dell’ordine perché coinvolto in un’inchiesta sull’importazione di droga dall’estero insieme agli zii Giuseppe e Gaetano. Dichiarato colpevole, dovrà scontare 10 anni di carcere. 15 gli anni che invece dovranno scontare i parenti del De Tommaso.

Arresto di Genny a Carogna, Mughini: “Buffonata all’Italiana” (Video)