Gabbiadini-Napoli, Reazione al non ingresso in campo contro il Chievo

Ormai vive quasi da separato in casa Manolo Gabbiadini in questo Napoli che vince e convince e la reazione al non ingresso in campo di sabato sera contro il Chievo al San Paolo è eloquente. Una reazione non plateale perché l’attaccante non è abituato a colpi di testa, ma di certo il pubblico azzurro non ha potuto fare a meno di vederla anche s ele televisioni non l’hanno inquadrata. Si stanno riscaldando a bordo campo per fare il loro ingresso in campo sia Gabbiadini sia Chalobah.

Corre l’81’ quando Sarri decide di mettere in campo una forza fresca che segna anche l’ultima sostituzione della gara contro il Chievo. Gabbiadini pensa che sia il suo turno, ma invece il mister chiama Chalobah. E allora lui in quel momento si sente disperato e si appoggia sui tabelloni pubblicitari a bordo campo coprendosi la faccia. Un membro dello staff azzurro allora gli si avvicina cercando di rincuorarlo e lui mesto si a va a sedere in panchina pensando e ripensando a quello che sta succedendo in campo e che ancora una volta non lo vede protagonista.

Leggi anche:

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Scudetto Serie A 2016, Napoli il patto per vincere il Tricolore

calciomercato napoli

De Laurentiis-Napoli: “Scudetto? Devo crederci”