Football Leaks, Higuain e il padre evasori?

Gonzalo Higuain e il padre Jorge coinvolti nell'inchiesta Football Leaks

Napoli-Juventus 0-1: Video Gol, Highlights e Sintesi (Coppa Italia)

C’è anche Gonzalo Higuain tra i nomi dei calciatori coinvolti nell’inchiesta de L’Espresso, Football Leaks. Definita come la più grande e importante fuga di notizie che ha coinvolto il mondo del calcio, l’indagine è stata avviata a seguito di alcune rivelazioni fatte da una fonte anonima, è stata portata avanti dal lavoro di diversi giornalisti e i dati da essa emersi sono stati raccolti nel network EIC che ha tra i suoi membri fondatori anche L’Espresso.

Dall’inchiesta, maturata nel corso dei mesi, sono emersi dei dettagli interessanti e tra questi alcuni riguardano Gonzalo Higuain e il padre Jorge. Tutto ruota intorno ai diritti d’immagine dell’argentino: ad essere giudicata sospetta è stata una fattura, datata settembre 2014 con causale: “Servizi prestati in riferimento al Real Madrid e al giocatore G. Higuain”, relativa al pagamento di 190 milioni di euro da parte della Convergence Capital Partners alla Paros Consulting ltd, registrata presso il paradiso fiscale dei Caribi British Virgin Islands. Proseguendo le indagini emerge che la Paros Consulting è una delle società a cui si rivolge un gruppo di intermediari argentini e tra questi vi è Marcelo Simonian, lo stesso che ha favorito il trasferimento di Pastore al Palermo nel 2010.

Il nome del Pipita compare anche su un bonifico firmato da Jorge Higuain, padre di Gonzalo, e indirizzato alla Premier&Co, società con sede a Londra che è stata utilizzata da Simonian e da altri intermediari argentini come sponda. Tra i documenti di Football Leaks anche quelli del trasferimento dell’attaccante argentino, ai tempi di proprietà del River Plate, al Locarno: in questo caso il denaro proveniva dalla HAZ, società che ha poi guadagnato il 50% dalla cessione di Higuain al Real Madrid (gli spagnoli versarono all’epoca 18 milioni per avere il cartellino del giocatore).

La questione legata a Higuain e finita al centro di Football Leaks non termina però qui, perché nel 2007 i diritti d’immagine dell’argentino vengono ceduti alla società olandese Supat che incassava parte di compensi che la Nike otteneva attraverso il contratto stipulato nel periodo madrileno. Con la cessione di Higuain al Napoli la vicenda legata ai diritti d’immagine non viene subito risolta: vengono impiegati ben 18 mesi prima che venga firmato l’accordo con il nuovo sponsor.

Football Leaks, anche il Napoli nell’inchiesta de L’Espresso?