Fiorentina-Napoli, Voti e Pagelle: “Vittoria che riapre la lotta allo scudetto”

Il Napoli vince e convince all’Artemio Franchi di Firenze e continua la striscia positiva di risultati utili consecutivi. L’undici di Rafa Benitez lancia un segnale importante al campionato, continuando con queste prestazioni e con questa applicazione la lotta allo scudetto è ancora aperta. Gli azzurri stanno attraversando un gran momento di forma, peccato ora ci sia la sosta per gli impegni delle nazionali, che potrebbe in qualche modo frenare il magic moment della squadra partenopea.

La gara con la Fiorentina è stata una gara molto tattica: i due allenatori hanno pensato soprattutto a non scoprirsi nella prima frazione di gioco, dove a dir la verità gli azzurri hanno giocato meglio e avrebbero meritato anche il vantaggio. Nel secondo tempo, la gara è stata molto più aperta ma è il Napoli a passare ancora con un gol di Gonzalo Higuian. La difesa non prende gol per la terza gara consecutiva ed appare nettamente più solida. Il carattere e la mentalità mostrata degli azzurri sono quelli di una grande squadra.

VOTI E PAGELLE DI FIORENTINA-NAPOLI:

Rafael 6.5: Se la difesa non prende gol da tre partite, il merito è anche suo. Tempestivo nelle uscite e provvidenziale in un paio di interventi. Una risposta importante ai sui detrattori che invocavano ancora Pepe Reina.

Maggio 6.5: Il terzino azzurro in odore di nazionale conferma il suo ottimo stato di forma. Bene nella fase difensiva dove nel primo tempo gli capita l’avversario più ostico, il colombiano Cuadrado. Funziona meno però rispetto alle altre volte la verticale destra con Callejon. Ha il grande merito di fornire l’assist al Pipita per il gol dei tre punti.

Albiol 6.5: Non sbaglia nulla il centrale spagnolo. Doma senza grossi problemi le velleità del giovane ma scaltro attaccante viola Babacar. Risolve in maniera sbrigativa molte situazioni pericolose in area di rigore azzurra.

Koulibaly 7: Inizia a fari spenti il difensore francese, ma pian piano viene fuori alla distanza come un diesel. Anche per lui come per Albiol, nessuna sbavatura in fase difensiva, ha il grande merito di salvare sulla linea il gol del pareggio della Fiorentina, sul tiro del difensore viola Pasqual.

Ghoulam 6.5: L’esterno algerino conferma quanto di buono fatto nelle ultime prestazioni. Dotato di intelligenza tattica fuori dal comune, dalle sue parti è dura passare per tutti. Annulla Ilicic nel primo tempo, mentre nel seconda frazione di gioco Cuadrado spostato nella sua zona gli sfugge solo una volta. Essenziale.

Jorgihno 6.5: Grande presenza a centrocampo dell’italo-brasiliano, la migliore performance in questo campionato. Lotta su tutti i palloni, ma a differenza della partita contro la Roma tiene anche fisicamente per tutti e 90 minuti con grande intensità. Onnipresente.

David Lopez 6.5: Non è un caso che vedendolo giocare da l’impressione di un soldatino che svolge con precisione e meticolisità tutte le consegne. Non è appariscente, ma la sua è una presenza che si sente sempre nella zona nevralgica del campo. Essenziale.

Callejon 6: La sufficienza è di stima per il capocannoniere del torneo che non disputa una prestazione all’altezza della sua fama. Sia lui che Maggio sono più preoccupati a gestire e raddoppiare Cuadrado sulla corsia destra. Si accende ad intermittenza come una lampadina, ma non incide più di tanto sulla gara.

Hamsik 5.5: Un calciatore come lui non può commettere degli errori banali sotto porta ed in fase di appoggio, che potevano pregiudicare la gara. Dal 74’ De Guzman sv: Non gli capitano molti palloni giocabili, si fa notare per un ottimo scambio stretto in area di rigore avversaria con Higuain. Per il resto si limita a rincorrere gli avversari.

Insigne 6: Nonostante i venti minuti giocati conferma che il suo è un momento di forma smagliante. Fa impazzire Tomovic sulla sinistra, e sfiora il gol con due belle conclusioni dalla distanza. Esce in lacrime per infortunio, speriamo non sia nulla di grave. Sfortunato. Dal 24’ Mertens 6: Anche il folletto belga messo sulla sinistra fa letteralmente ammattire Tomovic. Tante buone intenzioni partono dal suo piede, peccato per qualche errore di troppo in fase di appoggio.

Higuain 7: Altro gol pesantissimo che vale tre punti fondamentali per il fuoriclasse del Napoli. L’attaccante argentino è sempre nel vivo del gioco e tiene sulla corda l’intera difesa viola. Si sta prendendo il Napoli sulle spalle come solo i leader sanno fare. Potrebbe fare qualche gol in più, ma è solo questione di sfortuna. Dal 84′ Henrique sv: Inserito da Benitez per dare sostanza al centrocampo, e sbrigare qualche mischia in area.  

Benitez 7: Prepara benissimo la gara il tecnico spagnolo. Tra lui e Montella è una vera partita a scacchi ampiamente vinta dall’allenatore del Napoli. Schiera una squadra accorta ed equilibrata che rischia poco, e fa male quando riparte. Anche i cambi sono giusti quando inserisce un centrocampista in più Henrique al posto di un attaccante. Il brasiliano infatti risulta utile anche nelle mischie in area di rigore del Napoli.

Leggi anche: