Fidejussioni False, coinvolte Avellino ed altre Squadre di Lega Pro

scandalo lega pro

Non sono giorni sereni per i tifosi di Avellino, Chieti, Casale, Treviso, Como e Bellaria. Le sei società, che partecipano al campionati di Lega Pro (Prima e Seconda Divisione) sono coinvolte in un’inchiesta riguardante false fidejussioni presentate in Lea Pro la scorsa estate per garantire l’iscrizione ai campionati stessi.

gianluca de angelis avellinoL’indagine è partita lo scorso autunno dopo che il legale rappresentate della Lega Pro ha presentato una denuncia alla questura di Firenze, competente territorialmente. Da allora si sono succedute perquisizioni domiciliari in varie regioni.

Al momento le persone indagate sarebbero una ventina. Si tratta dei presidenti delle sei società e degli intermediari che hanno presentato le garanzie false atte ad assicurare l’iscrizione al torneo di competenza della varie squadra.

Il reato ipotizzato è di tentata truffa. Nei mesi scorsi le società coinvolte si affrettarono a dichiarare, l’estraneità alla vicenda. L’Avellino in particolare, in un comunicato stampa affermò che la “Covisoc ha controllato tutte le fidejussioni dell’A.S. Avellino Calcio non riscontrando irregolarità”.

Intanto però questo contrattempo tiene i tifosi irpini con il fiato sospeso in una fase della stagione caldissima con la squadra impegnata nella lotta per la promozione in serie B. Nel caso in cui dovessero essere accertate responsabilità della società dalla giustizia ordinaria, la palla andrebbe alla giustizia sportiva con il conseguente rischio di penalizzazioni. Un’ipotesi al momento lontana, ma che non è possibile scartare del tutto.