Fatti di Roma, Testimone racconta: “C’era più di una pistola che sparava”

E dopo circa cinque giorni dai fatti di Tor di Quinto ecco che arriva un testimone diretto. Si tratta di un ultras del Napoli che ha preso parte al pestaggio successivo alla sparatoria di Daniele De Santis e che ha parlato in anonimato al nuovo programma “Announo” in onda su La 7. “Indossavano caschi, passamontagna. Vedo questo ragazzo, Ciro, che inizia come altre persone a correre. E il signore ‘Gastone’ De Santis impugna l’arma e inizia a sparare all’impazzata. Ma non era da solo che sparava, era più di una pistola che sparava”, queste le prime dichiarazione del tifoso azzurro.

Che poi continua il racconto: “Sono intervenuto insieme ai miei compagni perché due o tre tifosi della Roma avevano aggredito l’autista di un pullman di sostenitori partenopei, sceso dal mezzo dopo l’esplosione di una bomba carta”. Inoltre conferma che a sparare sia stato proprio Gastone: “Perché quando abbiamo visto che Ciro si accasciava al suolo e diceva: ‘Mi hanno sparato, mi hanno sparato.. sto morendo e mi hanno sparato in petto, il signor Gastone inciampa da solo e cade. Lui alza di nuovo l’arma e ci intima di stare fermi e grida: ‘Ferma che ve sparo, daje, vi ammazzo tutti, ammazzo tutti’”.

Quei terribili momenti però non si concludono così perché il tifoso giallorosso secondo il testimone punta ancora l’arma contro i supporter azzurri, ma si inceppa: “La seconda arma la vedo subito, cioè, perché c’era Gastone…il signor De Santis in prima linea e poi c’erano altri due: proprio cinque o sei metri dietro di lui”.

Leggi anche — > Convalidato l’arresto a Daniele De Santis per i fatti di Roma

Leggi anche — > Tifoso Napoli Ferito, è stato Daniele De Santis a sparare

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Rassegna Stampa SSC Napoli 8 maggio 2014: le prime pagine dei quotidiani

Supercoppa Italiana, si gioca il 23 dicembre a Dubai?