Come ogni anno è il Fantacalcio uno dei giochi più praticati non solo da ragazzi ma anche da persone di ogni età, e così anche per questa stagione 2012/2013 dove i “fantallenatori” cercano domenica per domenica di schierare il miglior undici possibile. Ecco dei consigli che potrebbero essere utili prima di fare la formazione per la 28^ giornata della serie A.

La giornata partirà con la sfida di Marassi tra Genoa e Milan, due squadre che sono in un ottimo stato di forma, ma certamente i rossoneri partiranno con i favoriti: ancora da sciogliere il nodo legato alla presenza di Mario Balotelli, consigliabile schierare Boateng ed El Shaarawy e De Sciglio, mentre bisogna fare attenzione ai difensori di entrambe le squadre, non nuove a leggere amnesie, perciò potrebbero essere dei buoni panchinari Mexes, Moretti, Portanova e Pisano.

Nel Genoa potrebbe essere utile nel gioco di sponda Marco Borriello, caricato anche dal fatto di giocare contro il suo passato, avendo giocato per 3 anni nel Milan.

Sabato sera invece ci sarà un’altra sfida di sicuro interesse come Udinese-Roma, con due squadre vogliose di conquistare punti utili per arrivare in Europa: in grandissima forma Francesco Totti, Torosidis, Lamela e Di Natale che potrebbero superare il 6 utile in ottica vittoria per il Fantacalcio. Sconsigliamo invece di schierare Osvaldo, entrato in un momento di crisi nera in cui non riesce in nessun modo a sbloccarsi, e che potrebbe chiudersi con l’esclusione a favore del rientrante Destro che tra 2 settimane sarà utilizzabile.

Match salvezza invece allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia”, dove alle 12:30 di domenica ci sarà l’Atalanta contro il Pescara di Bucchi: ultima spiaggia per gli uomini della squadra abruzzese, in crisi e sempre più vicina alla retrocessione. Possiamo sconsigliare gran parte della formazione del Pescara, troppo discontinua, mentre i soli Weiss e D’Agostino potrebbero essere assist-man; nell ‘Atalanta sta attraversando un grande momento Bonaventura, assieme al giovane Livaja, mentre fatica a trovare la rete con continuità l’ex Napoli Denis.

catania

All’insegna della tranquillità invece la sfida tra Cagliari e Sampdoria, due squadre che possono guardare al finale di campionato con maggiore tranquillità: per i cagliaritani, ancora alle prese con la grana stadio, potrebbero essere decisivi Nainggolan, Ekdal, Cossu e il solito Sau, oltre a Ibarbo che però ancora non segna come dovrebbe, mentre nei blucerchiati possiamo consigliare Costa che sta facendo molto bene in difesa, Estigarribia e Icardi, ma sicuri del 6 potrebbero essere anche Palombo e Maresca.

Difficile invece l’impegno del Napoli a Verona col Chievo, squadra che da anni è stata bestia nera dei partenopei: proprio negli azzurri sembra essere appannato Cavani, mentre si potrebbe scommettere su Rolando che sostituirà l’infortunato Britos, ma è comunque un’incognita visto che fin qui non lo si è mai visto in campionato.

In complesso il Napoli ha una squadra che potrebbe garantire il 6 a tutti, mentre nel Chievo, dove ormai Pellissier fatica a trovare spazio, potrebbero essere incisivi Paloschi e Thereau, da scommettere anche su Cofie in gol a Firenze, mentre consigliamo di non schierare Puggioni che potrebbe prendere qualche gol.

In chiave scudetto invece la Juventus giocherà in casa col Catania, e dopo l’ottima vittoria col Celtic, l’undici di Conte vorrà confermarsi: impossibile mettere in panchina gente come Pirlo, Buffon e Lichtsteiner, mentre qualche dubbio in fase realizzativa lo desta Mirko Vucinic che ha sbagliato troppi gol quest’anno assieme a Sebastian Giovinco. Partita molto dura per la squadra etnea, in cui sconsigliamo l’utilizzo dei difensori, incluso il portiere Andujar, mentre Lodi, Barrientos e Gomez potrebbero essere dei concreti pericoli per la retroguardia.

Sfida tra disperate invece quella tra Palermo e Siena, sicuramente chi perderà la sfida potrà dirsi con un piede in serie B: siciliani che fin qui stanno disputando il peggior campionato di serie A e risulta difficile dire su chi puntare, visto che il punto di forza (Miccoli) è relegato in panchina, ma potrebbero dare problemi alla difesa toscana gente come Ilicic e Fabbrini le speranze dei tifosi siciliani. Dal canto suo Iachini sta preparando la sfida al meglio ed è pronto a puntare tutto su Emeghara e Rosina in avanti pronti a guidare l’assalto bianconero.

Tranquillità sarà la parola chiave anche del match tra Parma e Torino, con due squadre che sono ormai molto vicine alla salvezza ma che sicuramente non risparmieranno i loro uomini migliori: nei ducali potrebbero risultare uomini chiave Amauri e Biabiany, con l’acciaccato Belfodil in dubbio e Sansone che non trova più con facilità il gol. Nel Torino pare aver ritrovato il posto da titolare Rolando Bianchi che guiderà il reparto avanzato a 3 punti che metterebbero in archivio la pratica salvezza.

Voglia di continuare quanto di buono fatto a Catania da parte dell’Inter: Palacio ovviamente guiderà il reparto avanzato, mentre sconsigliamo di usare Juan Jesus e Chivu che hanno fatto molto male in Sicilia. A centrocampo possibile l’inserimento di Cambiasso, sempre più bandiera di quest’Inter. Per i romagnoli invece in gran forma Gilardino e Diamanti, ma potrebbero rivelarsi molto utili anche gli assist dei terzini Morleo e Motta.

Chiudiamo col posticipo tra Lazio e Fiorentina un match che promette gol e spettacolo, anche se le due squadre non sono in grande stato di forma: la Fiorentina ha tremato col Chievo in casa domenica, mentre la Lazio è stata battuta dal Milan 3 a 0. Nei viola potrebbe  essere interessante l’inserimento di Sissoko dal primo minuto, oltre ai soliti Jovetic e Ljiaic, mentre potrebbe prendere gol Viviano; per la Lazio invece Hernanes , Mauri e Floccari saranno i punti di riferimento, con Biava e Dias che potrebbero soffrire i due attaccanti viola.