Sono ancora lontani da una pronta soluzione i problemi finanziari che potrebbero condurre il Parma al fallimento. La situazione è ormai ai limiti del paradossale con i ducali che hanno appreso la notizia della cessione della società ad una cordata di imprenditori italiani. Al momento non sono noti i nomi della nuova proprietà, che per ora fa capo a Leonardi ed Alborghetti. 

La grande stranezza è legata all’improvvisa cessione dopo l’acquisto di soltanto qualche mese fa. Intanto il Parma non versa affatto in buone condizioni. Le scadenze sono ormai prossime e il primo obiettivo è quello di provvedere al pagamento degli stipendi, di Irpef ed IVA per evitare di incorrere in ulteriori sanzioni e, soprattutto, con il fallimento della società. Serve liquidità … tanta liquidità. Sul piatto vanno messi in tempi brevi 50 milioni di euro per appianare una situazione debitoria che tiene i gialloblù sull’orlo del fallimento.