Estonia-Belgio 0-2, Mertens rivela: “A Napoli mi chiamano Ciro perché…”

Al termine di Estonia-Belgio (0-2), Mertens ha parlato ai microfoni di Premium Sport confessando il motivo del suo soprannome "Ciro"...

Dries Mertens, pupillo del Napoli e della nazionale belga, ha rilasciato una intervista ai microfoni di Premium Sport dopo Estonia-Belgio. La gara valevole per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018 è terminata 0-2 e decisa proprio da “Ciro”, come lo chiamano a Napoli. Il folletto belga ha rivelato il perché del suo soprannome.

“A Napoli mi chiamano Ciro perché mi piace molto la città. Esco molto, vado spesso a mangiare fuori. I napoletani, chiamandomi Ciro, intendono farmi sentire uno di loro” – rivela Mertens ai microfoni di Premium Sport. Il bomber partenopeo confessa l’ottimo rapporto che ha con il tifo napoletano, che ormai lo vede come un patrimonio da difendere.

Mertens a Premium Sport: “Adesso puntiamo allo scudetto”

Dries Mertens, al termine di Estonia-Belgio, ha inevitabilmente parlato dell’appena conclusa stagione del Napoli. Queste le parole rilasciate dal folletto belga sulla squadra azzurra: “Quest’anno abbiamo fatto molto bene. Nel girone di ritorno abbiamo fatto più punti di tutti e dobbiamo continuare su questa strada. Sarà importante iniziare e finire bene” – sostiene il belga.

Il folletto in maglia 14 si dimostra determinato in vista della prossima stagione. Il Napoli, come annunciato da De Laurentiis e confermato da Mertens, punta al titolo nella prossima stagione. “Ciro”, come lo chiamano in città, sarà l’uomo decisivo nella stagione 2017-2018 dopo il rinnovo di contratto.