Un’altra macabra barbarie quella compiuta dall’ISIS ai danni di un poliziotto iracheno. Un’uccisione che lascia tutti sgomenti e che, purtroppo, riguarda anche il Napoli. Si perché Raad Jassim Ali, (questo il nome del poliziotto iracheno barbaramente ucciso) indossava una maglia del club partenopeo. Durante la prigionia e prima dell’esecuzione l’uomo oggetto dell’ultimo omicidio “mediatico” indossava una maglietta del Napoli donatagli, con ogni probabilità, da Dribbla la povertà Onlus, un’associazione che, nei territori più poveri del mondo, dona magliette da calcio dei principali club internazionali.

esecuzioni isis

isis maglia napoli